Questa mattina, il fondatore di Yearn Andre Cronje ha annunciato l’ultima di una serie di fusioni e collaborazioni di alto profilo per il multiforme protocollo di finanza decentralizzata (DeFi): Yearn Finance “unirà le forze” con la copertura del mercato fornendo Cover.

In un post sul blog, Cronje osserva che la fusione sarà naturale, poiché gli sviluppatori di Yearn e Cover hanno lavorato insieme sin dall’inizio. Cronje ha anche elencato una serie di promettenti possibili sinergie, tra cui una maggiore utilità per il token CLAIM di Cover, che fungerà da garanzia e diventerà una risorsa mutuabile per Yearn, oltre a una maggiore sicurezza per le casseforti Yearn tramite la copertura di mercato di Cover.

La fusione della copertina è giusta l’ultima di quella che è stata una settimana selvaggia per Yearn. Yearn ha annunciato i prossimi progetti con il protocollo di agricoltura di rendimento Pickle Finance, un’integrazione del vault con il portafoglio crittografico Argent e una fusione con il protocollo di prestito Cream Finance.

Le acquisizioni sono notevoli per come migliorare entrambe le competenze di base di Yearn mentre spingeva il protocollo in nuovi mercati – espansione sia verticale che orizzontale. Cream and Pickle consentirà un’efficienza superiore per i caveau di Yearn, mentre Cover concede al protocollo una nuova linea di prodotti (i rappresentanti di Cover insistono sul fatto che non offrono “assicurazione” come yInsure, ma invece “copertura”).

Tuttavia, ogni “acquisizione” presenta alcune sfumature. Mentre i post sul blog di Cronje descrivono il lavoro con Cover e Cream come “fusioni”, lo sviluppatore senior Banteg ha notato su Twitter che l’annuncio di Pickle è una “collaborazione tra sviluppatori” ed è stato descritto dall’account Twitter ufficiale di Yearn come una “relazione simbiotica. ”

Protocolli o sviluppatori

Una possibile ragione per la rapida espansione potrebbe essere che lavorare con altri protocolli garantisce a Yearn non solo una maggiore efficienza dei vault in tutto l’ecosistema DeFi, ma consente anche al protocollo di sfruttare una risorsa importante a cui è stata data la priorità nelle ultime settimane: gli sviluppatori.

Un osservatore ha confrontato le mosse del leggendario dirigente tecnologico e investitore Keith Rabois, noto per la sua attenzione all’acquisizione e alla gestione dei talenti:

Incentivare, formare e coinvolgere nuovi sviluppatori è stata anche una priorità per il protocollo. Due recenti Yearn Improvement Proposals (YIP), YIP-52 e YIP-53, hanno aumentato la quantità di premi vault assegnati agli ingegneri di smart contract che sviluppano le strategie vault e hanno istituito rispettivamente la “yAcademy”, un programma di formazione di audit.

Le ultime mosse indicano che Yearn si sta estendendo al di fuori del proprio ecosistema per reclutare talenti e contemporaneamente costruire pipeline interne.

Il coinvolgimento della comunità

Alcuni critici hanno sottolineato che queste acquisizioni di protocollo non sono state approvate dal voto della comunità tramite un YIP:

In un thread di Twitter, tuttavia, un membro del team di Yearn Operations ha notato che “Ci sono variazioni e gradienti” nella governance decentralizzata e che se i membri della comunità volessero organizzare una fusione, avrebbero il potere di farlo e sarebbero supportati se la proposta “sembra interessante”.

Il membro del team ha continuato spiegando che Yearn è popolato da “costruttori, creativi e operatori” che si avviano da soli e che la struttura senza autorizzazione di Yearn significa che ci sono poche porte sulla strada dei membri della comunità che desiderano intraprendere azioni proattive per migliorare il protocollo.

“Perché è così che si fanno le cose qui”, ha concluso il membro del team. “Ecco chi prende le decisioni per desiderare: lo fai.”

Poiché è diventata un’abitudine per il protocollo in rapida espansione, il team ha rifiutato di commentare questo articolo.