Yearn Finance ha annunciato lunedì l’ennesima fusione con Akropolis, un protocollo DeFi multiprodotto con ottimizzazione del rendimento e prestiti sotto garanzia.

Come il Annunciata la scorsa settimana la fusione di Cream Finance i due ecosistemi rimarranno in gran parte indipendenti in termini di token e linee di prodotto complessive, una condivisione annuncio chiarisce. Però, come con Pickle Finance, Akropolis ora integrerà la tecnologia Yearn Vault e pubblicherà le sue strategie di agricoltura di rendimento sulla sua piattaforma Vault V2.

I due team di sviluppo combineranno e trarranno vantaggio dalle reciproche competenze. Gli sviluppatori di Akropolis potranno costruire le loro strategie utilizzando gli strumenti dell’ecosistema Yearn in espansione, inclusa la piattaforma di prestito di Cream.

Per il protocollo Yearn, Akropolis offrirà la sua esperienza nello sviluppo del business e contatti istituzionali, afferma l’annuncio. Akropolis deprecerà anche AkropolisOS e Sparta, i suoi altri due prodotti non correlati alla generazione di rendimento. Questi verranno spostati in modalità di sviluppo open source. Lo sviluppo sarà quindi concentrato su un front-end istituzionale che consentirebbe ai trader professionisti di accedere all’ecosistema combinato Yearn-Akropolis.

Akropolis introdurrà anche un token IOU per tenere traccia delle perdite dal suo recente hack. I profitti della piattaforma verranno reindirizzati al fondo di questo token per rimborsare alla fine tutti coloro che hanno perso denaro durante l’hack. Il team ha affermato che semplificherà l’integrazione con i protocolli assicurativi per consentire a più utenti di beneficiare della copertura in futuro. L’ecosistema Yearn ora include anche il protocollo Cover, un fornitore di assicurazioni DeFi.

Akropolis ha affermato che definirla una fusione “è un termine improprio”, nonostante abbia usato la stessa parola per descrivere la cooperazione nel suo annuncio. Molte delle integrazioni si basano sulla natura senza autorizzazione della DeFi, il che significa che Akropolis avrebbe potuto decidere unilateralmente di integrarsi nell’ecosistema Yearn in qualsiasi punto precedente.

Tuttavia, la cooperazione tra i team di sviluppo dovrebbe essere molto stretta e sembra fare affidamento su punti di forza molto specifici di ciascun team – Akropolis apparentemente farebbe uso dell’esperienza di sviluppo di Yearn in cambio di facilitare i contatti istituzionali.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here