Alla vigilia delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti, la maggior parte dei sondaggi tradizionali punta a una vittoria molto probabile di Joe Biden, sebbene questo non si riflette nei mercati di previsione delle criptovalute.

Per il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin, la “grande differenza” tra loro presenta qualcosa di a puzzle, e ha offerto tre ipotesi sul motivo per cui è emersa una tale disparità.

In quello che ha presentato come un mercato pro-previsione o una visione favorevole, Buterin suggerito che questi mercati “incorporano correttamente la possibilità di maggiori ingerenze elettorali, soppressione degli elettori, ecc. che influenzano il risultato”. Al contrario, i modelli statistici forse “presumono solo che il processo di voto sia equo”.

Per verificarlo, Buterin appello a Nate Silver nel tentativo di capire come i modelli statistici spiegano l’impatto di entrambe le irregolarità elettorali “regolari” come soppressione degli elettori e la legalità, e le irregolarità “irregolari” che alcuni sono stati estrapolando dalla retorica della campagna di Trump del 2020.

Silver è uno statistico, nonché fondatore ed editore capo del sito di notizie politiche basato sulle statistiche FiveThirtyEight. Nel 2016, FiveThirtyEight ha dato Trump probabilità significativamente più alte di vincere le elezioni rispetto alla maggior parte dei sondaggisti e degli esperti, nonché ai mercati delle scommesse tradizionali. Al momento della stampa, Silver non ha risposto alla domanda di Buterin.

La seconda ipotesi di Buterin era che i mercati delle previsioni fossero ancora troppo illiquidi per essere veramente accurati. Buterin ha anche notato la presunta fedeltà politica dei partecipanti al mercato delle previsioni:

Buterin’s terza ipotesi, che ha respinto, era che i sondaggisti e altri tecnocrati e analisti sono “incorreggibilmente stupidi e semplicemente non hanno imparato la lezione sull’individuazione di elettori pro-Trump a sorpresa come è successo nel 2016”. Questo, ha scritto Buterin, “intuitivamente mi sembra improbabile”.

Buterin, in particolare, ha dedicato molto tempo allo sviluppo di una procedura decisionale collettiva alternativa chiamata voto quadratico, insieme al suo collaboratore Glen Weyl, che sostengono sarebbe più equo dei sistemi esistenti.

Alla vigilia delle elezioni, FiveThirtyEight è previsione una probabilità del 10% di vincere Trump. Il loro elenco di “possibilità strane e non così strane” spiega in gran parte i capricci del sistema dei college elettorali degli Stati Uniti e i vari modi in cui distorce il peso del voto popolare.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here