Il fondatore di Mythos Capital Ryan Sean Adams ha definito i killer di Ethereum “sdentati” sulla base di schemi di allocazione dei token iniziali che spesso danno la priorità agli addetti ai lavori:

Fonte: Twitter.

Adams lo era riferendosi a un recente rapporto Messari, che riassumeva la distribuzione dei token per alcuni dei più popolari Ethereum (ETH) alternative lanciate negli ultimi due anni. Esistono quattro categorie di distribuzione principali: prevendita pubblica, assegnazioni di comunità, addetti ai lavori e le rispettive basi di ciascun progetto.

Fonte: Messari.

Gli autori del rapporto suggeriscono che la percentuale di token assegnata agli addetti ai lavori (che include team, società e VC) è cruciale quando si valutano i progetti, “i progetti che distribuiscono token agli addetti ai lavori (team, fondatori e VC) a spese della comunità in svantaggio. ” Contrastano anche queste distribuzioni sfavorevolmente con Ethereum:

“Ethereum ha avuto successo perché ha reso ricchi i primi investitori. Ma prosperò perché il pool dei primi contributori era considerevolmente ampio. “

Inoltre, gli autori affermano che tutti questi blockchain (con l’eccezione di Kadena e Nervos Network) impiegano il consenso proof-of-stake, che a loro avviso non fa che aggravare il problema:

“Il riequilibrio del rapporto tra insider e proprietà della rete della comunità dopo il lancio è una battaglia in salita, che può essere più difficile per le reti Proof-of-Stake (PoS) poiché i primi stakeholder hanno un diritto perpetuo sul signoraggio”

Il rapporto afferma che, ad esempio, Placeholder Capital preferisce i progetti in cui dal 20 al 30% della fornitura di token va agli addetti ai lavori. La media per le dodici piattaforme sopra menzionate è tuttavia del 43%, con solo Kadena ed Edgeware che soddisfano i criteri specificati.

I modi per garantire che i nuovi progetti crittografici abbiano un lancio equo sono stati discussi in modo controverso per molto tempo. Sebbene Messari e Adams sembrano lodare il lancio di Ethereum, a Il massimalista di Bitcoin sarà rapido a sottolineare che una parte significativa di Ether era stata premessa. Altri potrebbero sostenerlo Satoshi Nakamoto è riuscito a estrarre una fortuna Bitcoin in un ambiente praticamente privo di concorrenza.

Il problema in questo caso riguarda più la determinazione del tipo di distribuzione che fornisce i migliori risultati possibili per un progetto. Un’allocazione sostanziale agli addetti ai lavori ha un costo opportunità. Queste monete potrebbero invece essere utilizzate per incentivare la comunità. Inoltre, gli addetti ai lavori in genere ottengono i loro token gratuitamente o con sconti sostanziali, che consente loro di vendere presto, abbassando i prezzi. L’intero argomento della tokenomica è piuttosto nuovo e fornisce pochi dati empirici o ricerche accademiche. Ciò rende difficile trarre conclusioni significative e aperte all’interpretazione soggettiva.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here