Nel corso degli anni, abbiamo assistito a molte tendenze come offerte di monete iniziali, offerte di scambio iniziale, offerte di token di sicurezza, organizzazioni autonome decentralizzate e molte altre, ma nessuna di queste è diventata mainstream. Il concetto di finanza decentralizzata ha indubbiamente i suoi pregi, ma poiché i fattori che hanno affondato i predecessori rimangono, abbiamo motivo di concludere che la DeFi non durerà a lungo.

La finestra di opportunità si è ridotta per diversi motivi: in primo luogo, a causa di frodi all’interno dello spazio; in secondo luogo, la disponibilità delle autorità di regolamentazione a “salvare” il mercato dai trasgressori imponendo la burocrazia antiquata e nuove restrizioni; in terzo luogo, la mancanza di comprensione del fatto che le società emergenti di criptovaluta sono inutili secondo le tradizionali normative burocratiche, poiché la stessa fintech è la risposta alla loro inefficacia e ai loro vincoli. Tuttavia, l’idea di coltivare un approccio assolutamente nuovo per i servizi basati su criptovalute non ha ancora preso piede.

I banditi torneranno

Nel boom iniziale dell’offerta di monete del 2017, molti imprenditori senza scrupoli hanno cercato di sfruttare il settore emergente per soldi facili. Ora, sembra che quegli imprenditori stiano tornando. C’è una cosa chiamata “statuto di limitazioni” che rende i criminali liberi dalla punizione se non vengono catturati. Allo scadere del periodo per uno specifico reato, i tribunali non hanno più giurisdizione.

Ad esempio, negli Stati Uniti, il termine di prescrizione per frode è di tre o quattro anni, a seconda dello stato. Ciò significa che i cattivi attori che si sono tenuti bassi da quando hanno commesso una frode durante il boom delle ICO del 2017 e quelli che hanno perso l’opportunità di farlo potrebbero tornare per il secondo round. Inoltre, capiscono intuitivamente che l’opportunità potrebbe essere breve, quindi è più probabile che agiscano in modo aggressivo e utilizzino mezzi di inganno più sofisticati.

I regolatori sono più preparati

I regolamenti su valori mobiliari e borse in diversi paesi specificano regole e procedure formali per i mercati e gli strumenti finanziari, che includono registrazione, licenza, due diligence, impegni di Know Your Customer e altro ancora. La possibilità di frodi e violazioni di queste regole ci porta a un’altra considerazione: a un certo punto, le autorità potrebbero svolgere indagini sia sui truffatori per aver commesso crimini che su imprenditori onesti per non conformità formale.

Dopo anni di esplorazione di nuove tecnologie e mercati emergenti, le autorità di regolamentazione sono ora più informate che mai.

Le vendite di token sono scomparse dalla scena a causa di due fattori: le truffe che gettano un’ombra sul settore emergente e le autorità di regolamentazione che richiedono conformità e ammende. I regolatori sono eroi che proteggono la società da attività senza scrupoli: ascolteremo questa narrazione quando un gran numero di piccoli investitori ingenui si troveranno ingannati e chiederanno giustizia.

La sublimazione non è una risposta efficace alla pressione del regolatore

Si potrebbe pensare che seguire le regole e le procedure sia la migliore strategia per l’emergente mercato delle criptovalute. Ma il fatto è che le regole antiquate limitano le industrie emergenti. Il fintech, e in particolare la finanza decentralizzata, è in realtà la risposta a un sistema burocratico inefficace, complicato e antiquato.

Una nuova industria della tokenomica ha introdotto semplici modi per accedere al crowdsourcing come alternativa ai fondi di capitale di rischio e ai mercati finanziari tradizionali, ma le normative burocratiche successivamente imposte hanno portato a una riduzione delle vendite di token.

Invece, alcune parti del mercato hanno cercato di rispondere inventando l’offerta di token di sicurezza come alternativa ICO. STO intendeva avvolgere le startup crittografiche in forme e procedure di business “appropriate”, ma non è diventato mainstream. Le persone ricordano molti ICO di successo – Ether (ETH) stesso è il risultato di una vendita di massa di token, ma chi conosce una STO di successo che potrebbe essere paragonata a Ethereum? Il motivo è ovvio: il mercato non vuole affrontare la burocrazia a peso morto.

La legge di Lichtenstein è fallita?

Comprendendo che le normative richiedono modifiche, alcuni paesi si sono impegnati per introdurre emendamenti legislativi. Sfortunatamente, non potevano andare oltre il paradigma causale della regolamentazione cartacea e il coinvolgimento ridondante delle autorità centrali. Non ci sono leggi intelligenti e nessun sistema decisionale automatizzato: il codice non è ancora legge.

Ad esempio, il Liechtenstein, dopo due anni di lavoro legislativo, ha introdotto una nuova legge statutaria nel 2019 ha soprannominato il Blockchain Act. Una nuova macchina burocratica per servire gli scopi delle ICO e di altre iniziative fintech è attiva e funzionante, ma nessuno vuole usarla. Ad oggi, il suo registro pubblico contiene un solo fornitore fintech, registrato per quattro tipi di attività.

Alcuni consulenti legali affermano che questo è solo l’inizio, ma poiché la registrazione richiede fino a tre o quattro mesi ed è goffa e burocratica, è improbabile che l’atto abbia un futuro importante. Come ha affermato uno dei meme DeFi più popolari: “Un’ora qui è sette anni sulla Terra”.

Conclusioni

Poiché la tendenza della tecnologia DeFi continua a superare costantemente la legislazione, potremmo finalmente vedere una risposta migliore da parte delle autorità. Ora identificano più rapidamente la cattiva condotta e traggono conclusioni astute. Sono istruiti e dispongono di potenti strumenti per tracciare e analizzare le transazioni, che, come ricordiamo, sono trasparenti su una blockchain. Ma inseguiranno sia i truffatori che gli imprenditori onesti per non conformità formale a normative obsolete.

Pertanto, un possibile futuro per DeFi è che l’industria emergente abbia una finestra di opportunità più breve rispetto ad altri (ICO, IEO, STO, ecc.). Nel frattempo, più truffatori potrebbero tentare di entrare in azione, possibili scandali attireranno l’attenzione delle autorità e le autorità di regolamentazione presenteranno nuove porzioni di restrizioni per salvare il mercato e proteggere le persone.

L’unica risposta praticabile è ripensare da zero il modello di regolamentazione fintech e rinunciare a strumenti tradizionali come la burocrazia e le regole cartacee a favore di sistemi decisionali autonomi. Ma questo è un argomento per un’altra discussione.

Le opinioni, i pensieri e le opinioni qui espresse sono esclusivamente dell’autore e non riflettono o rappresentano necessariamente le opinioni e le opinioni di Cointelegraph.

Oleksii Konashevych è l’autore di Protocollo cross-blockchain per database governativi: la tecnologia per registri pubblici e leggi intelligenti. Ha collaborato con l’hub di innovazione blockchain dell’Università RMIT, ricercando l’uso della tecnologia blockchain per l’e-governance e l’e-Democracy, e lavora alla tokenizzazione di titoli immobiliari, ID digitali, registri pubblici e voto elettronico. Oleksii è stato coautore di una legge sulle petizioni elettroniche in Ucraina, collaborando con l’amministrazione presidenziale del paese e servendo come manager del gruppo non governativo e-Democracy dal 2014-2016. Nel 2019, Oleksii ha partecipato alla stesura di un disegno di legge sull’antiriciclaggio e sulla tassazione delle criptovalute in Ucraina.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here