Secondo il consulente generale del progetto, entro pochi mesi ci sarà un audit ufficiale della stablecoin Tether più popolare al mondo.

Un audit per il terzo asset digitale più grande del mondo è atteso da diversi anni e l’aumento della pressione normativa sembra aver accelerato il processo.

In un raro media mainstream colloquio su CNBC, al CTO di Tether Paolo Ardoino e al consigliere generale Stu Hoegner sono state poste alcune pressanti domande sul tema del sostegno e della trasparenza di USDT.

Hoegner ha risposto alla domanda dicendo:

“Stiamo lavorando per ottenere audit finanziari, cosa che nessun altro nel settore delle stablecoin ha ancora fatto”.

Hoegner ha aggiunto che l’azienda spera di essere la prima a farlo e che gli audit arriveranno tra “mesi, non anni”. Ha affermato che Tether è sostenuto uno a uno con le sue riserve, ma ha ammesso che tali riserve non erano tutti dollari USA. Secondo Hoegner, le riserve di Tether sono pesantemente ponderate in dollari, ma includono anche equivalenti di cassa, obbligazioni, prestiti garantiti, criptovalute e altri investimenti.

L’attuale capitalizzazione di mercato di USDT è di 62 miliardi secondo la trasparenza di Tether rapporto. È cresciuto del 195% dall’inizio dell’anno, ma è rimasto indietro rispetto ai rivali USDC e BUSD in termini di crescita.

Relazionato: Il co-fondatore di Coin Metrics prende di mira il Tether FUD di WSJ

Circle ha pubblicato il proprio rapporto sulla divulgazione delle riserve il 21 luglio, rivelando che Il 61% delle riserve di USDC era detenuto in contanti e mezzi equivalenti con il resto in conti di carta commerciale, tesoreria e obbligazioni.

Paxos prende un colpo

In uno sviluppo correlato, la società rivale di stablecoin Paxos ha attaccato sia Tether che Circle il 21 luglio. post sul blog affermando che “non sono completamente supervisionati da alcun regolatore finanziario”.

“Né USDC né Tether sono un asset digitale regolamentato, per il semplice motivo che nessuno dei token ha un regolatore. In effetti, né USDC né i token di Tether sono “stablecoin” in qualcosa di diverso dal nome.”

Paxos ha rivelato che il 96% delle proprie riserve di stablecoin sono contanti o equivalenti.

Legare ha rivelato una rottura del suo supporto USDT per la prima volta a maggio, a seguito di un maggiore controllo da parte dei legislatori statunitensi. La società ha presentato relazioni periodiche sulle sue riserve dal raggiungere un accordo con l’ufficio del procuratore generale di New York a febbraio.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here