Un imprenditore di criptovalute sta pianificando di valutare se l’interesse per un oggetto da collezione del defunto co-fondatore e CEO di Apple Steve Jobs è diretto più verso lo spazio digitale o il mondo fisico.

In un annuncio di oggi, Olly Joshi di Winthorpe Ventures ha affermato che la società di software Snoofa avrebbe messo all’asta una domanda di lavoro del 1973 di Jobs prima di entrare a far parte della società di videogiochi Atari come tecnico. Allo stesso tempo, il mercato digitale Rarible sarà mettere all’asta una versione tokenizzata dei documenti per testare quale versione – un token non fungibile, NFT o la cosa reale – attirerà più offerenti, offerte più elevate e con quale velocità.

Joshi ha detto che mirava all’asta per fornire una finestra sul valore percepito degli oggetti da collezione, siano essi fisici o digitali. Gli offerenti avranno la possibilità di acquistare l’applicazione fisica in Ether (ETH) o fiat, mentre per la NFT saranno accettati solo pagamenti in criptovalute.

“Testare questo con un pezzo di storia di probabilmente l’imprenditore tecnologico più influente del nostro tempo, è molto speciale”, ha affermato Joshi. “Questo aprirà un mercato completamente nuovo per gli oggetti da collezione decentralizzati o vedremo un mondo in cui entrambi possono coesistere?”

Ha aggiunto:

“Riteniamo che questo sarà un enorme punto di prova per gli NFT e il loro ruolo nella cultura”.

Domanda di lavoro di Steve Jobs del 1973. Fonte: Olly Joshi

L’applicazione fisica mostra che il giovane Jobs – un adolescente all’epoca – non aveva precedenti esperienze lavorative, ma elencava competenze in computer, calcolatrici, design e tecnologia. Jobs avrebbe continuato a lavorare per Atari prima di fondare la Apple Computers con il suo amico Steve Wozniak nel 1976. Il giornale era stato precedentemente venduto per $ 224.750 a un’asta a Londra a marzo, con un aumento di circa il 1.100% rispetto a un’offerta di $ 18.750 a un’asta di New York nel 2017.

Relazionato: Il co-fondatore di Apple Steve Wozniak perde il caso di truffa Bitcoin contro YouTube

Entrambe le aste sono state avviate oggi alle 9:41 PST, un omaggio al tempo presente su molti prodotti Apple durante un lancio, progettato in concomitanza con il momento in cui Jobs avrebbe fatto annunci importanti. Ha presentato l’iPhone originale al pubblico esattamente alle 9:41 del mattino del 9 gennaio 2007 alla convention Macworld.

“Questo formato d’asta unico metterà davvero alla prova il valore”, ha affermato il co-fondatore di Rarible Alexander Salnikov. “Venendo da un background tecnologico, ovviamente sto combattendo dalla parte della NFT. Che vinca la migliore candidatura per i lavori!”

Secondo Joshi, una percentuale dei profitti finali di entrambe le aste sarà donata al Cancer Research Institute e One Laptop Per Child.