Enterprise Ethereum sta iniziando a mostrare il suo impatto mentre alcune delle più grandi aziende del mondo iniziano a sfruttare la rete Ethereum per risolvere complesse sfide aziendali. Ad esempio, il gigante tecnologico Microsoft e la società Big Four Ernst & Young annunciato l’espansione della soluzione basata su blockchain di Microsoft per estenderla ai diritti di gioco e alla gestione delle royalties.

Paul Brody, responsabile blockchain di EY, ha dichiarato a Cointelegraph che la soluzione blockchain di Microsoft per questo particolare caso d’uso viene condotta su una rete Quorum privata basata su Ethereum. Brody ha osservato che questa espansione fornirà un sistema finanziario di record per gli accordi di royalty, consentendo alla rete blockchain di Microsoft di registrare le transazioni di creazione del contratto, pagamento e riconciliazione associate ai diritti di gioco.

In particolare, Microsoft prevede di utilizzare le funzioni blockchain estese per consentire ai suoi partner di gioco Microsoft Xbox – insieme alla sua vasta rete di artisti, musicisti, scrittori e altri creatori di contenuti – di ottenere una maggiore visibilità sul monitoraggio, la gestione e l’elaborazione dei pagamenti per i contratti di royalty.

Luke Fewel, direttore generale delle operazioni finanziarie globali di Microsoft, ha dichiarato a Cointelegraph che il più grande vantaggio di una soluzione blockchain per la gestione delle royalties è che fornisce una contabilità conforme e in tempo reale delle transazioni tra Microsoft ei suoi partner di gioco:

“La soluzione consentirà ai partner di sapere esattamente cosa hanno guadagnato in tempo reale e consente a Microsoft di registrare le transazioni in modo automatizzato e completamente conforme. Alla fine questo progetto toccherà migliaia di partner, che fanno tutti affidamento su pagamenti di royalty tempestivi e accurati, come parte del loro modello di business “.

Una soluzione blockchain in produzione per la gestione delle royalties

Secondo Brody, una soluzione basata su blockchain per royalty e gestione dei diritti è un caso d’uso ideale per videogiochi e altre piattaforme di contenuti che hanno catene di fornitura digitali di grandi dimensioni che sono combinate con strutture di proprietà complesse e accordi sui diritti. Ha aggiunto: “La gestione di questi è uno dei maggiori costi che le aziende devono affrontare nella distribuzione dei contenuti e farlo in modo trasparente ed equo è una sfida altrettanto grande”.

In quanto tale, Brody ritiene che l’inserimento di accordi di royalty su una blockchain consenta a tutte le parti di elaborare le stesse informazioni fondamentali, consentendo a ciascuna di esaminare la logica di business che si applica ai diversi partecipanti. In poche parole, la rete blockchain di Microsoft recentemente ampliata funge da singola fonte di verità, o un sistema finanziario di registrazione, inteso a migliorare il processo di gestione delle royalties end-to-end.

Ad esempio, Brody ha commentato che tutti gli artisti che contribuiscono possono avere diritto a una quota delle entrate o a un pagamento basato su una transazione per un gioco venduto tramite la rete Xbox. Sebbene la gestione di diritti e royalties, in questo caso, sia stata in genere impegnativa e non trasparente, Brody ha osservato che i contratti intelligenti scritti sulla blockchain possono automatizzare questo processo: “I contratti intelligenti implementano una logica unica per ogni accordo e, nel tempo, estendono la rete dagli editori in poi agli sviluppatori e agli artisti che contribuiscono “.

Secondo Brody, EY e Microsoft sono già riuscite a ridurre del 99% il tempo di ciclo per questo processo. Altri vantaggi ottenuti dalla piattaforma blockchain di Microsoft, attualmente in produzione, includono la digitalizzazione accelerata dei contratti per una creazione più rapida dei contratti; fatture generate e integrate senza soluzione di continuità collegate alle applicazioni di pianificazione delle risorse aziendali per registrare rapidamente le royalty; capacità contabili generate; e ha incorporato gli standard di conformità necessari affinché la soluzione funzioni come un sistema finanziario di registrazione.

Brody ha inoltre sottolineato di essere fiducioso nell’enorme creazione di valore che deriverà dalla rete blockchain di Microsoft per la gestione delle royalties. Fewel ha inoltre spiegato che l’obiettivo di questa soluzione è continuare ad espandere la rete blockchain di Microsoft, che è già utilizzata per una varietà di casi d’uso aziendali, tra cui un app di tracciamento del benessere recentemente rilasciata orientata ai viaggiatori.

Fewel ha aggiunto che le blockchain hanno il maggior impatto quando c’è un effetto di rete e quando le aziende possono condividere facilmente le informazioni: “Vediamo molti altri casi d’uso per blockchain, tra cui il monitoraggio e la contabilizzazione delle risorse fisse e il controllo e la gestione delle informazioni sui fornitori”.

Che impatto avrà sull’industria dei giochi nel suo complesso?

Sebbene una rete blockchain possa garantire trasparenza, fiducia e pagamenti più rapidi, resta la domanda su come ciò avrà un impatto sul settore dei giochi da miliardi di dollari al di fuori della rete di Microsoft.

Robby Yung, CEO di Animoca Brands – una piattaforma di sviluppo di giochi specializzata in giochi blockchain – ha dichiarato a Cointelegraph che una rete blockchain per le royalty di gioco è davvero interessante, visti i vantaggi che può fornire:

“Una soluzione come questa riduce il tempo necessario per il pagamento dei contratti, semplifica la creazione di contenuti self-service e riduce i costi. In generale, questa è una buona cosa. Detto questo, mentre è bello vedere un’ulteriore adozione di blockchain nel settore dei giochi, l’elaborazione dei pagamenti back-end non è necessariamente ciò che catturerà l’immaginazione degli sviluppatori sul potenziale della blockchain “.

Yung ha inoltre affermato che finché il proprietario della proprietà intellettuale è a suo agio con i termini concordati, il business case per blockchain è evidente quando si tratta di gestione delle royalties. Tuttavia, ha sottolineato che deve anche avere un senso finanziario per gli sviluppatori di giochi: “La chiave sarà se Microsoft sarà in grado di fornire il tipo di strumenti plug and play per gli sviluppatori che forniranno una proposta di valore sufficiente per compensare il taglio di Microsoft di una fetta del torta dei diritti d’autore in cambio “.

Un altro punto interessante da considerare è come se la caverà questa soluzione gettoni non fungibili, che sono diventati un file elemento principale dell’ecosistema di gioco blockchain e sono spesso negoziati sui mercati secondari.

Sebastien Borget, presidente della Blockchain Game Alliance – un’organizzazione che aiuta a far progredire la blockchain nel settore dei giochi – ha dichiarato a Cointelegraph che le risorse digitali come gli NFT possono inaugurare una nuova era per un coinvolgimento aggiuntivo tra produttori di contenuti, piattaforme di gioco e sviluppatori, nonché il loro pubblico: “A mio parere, gli NFT hanno il potenziale maggiore in quanto possono consentire la ridistribuzione delle royalty al titolare della proprietà intellettuale su ogni scambio secondario tra utenti”.

Borget ha sottolineato che la soluzione blockchain di Microsoft ed EY serve solo come soluzione di gestione dei documenti per l’industria dei giochi. Sebbene risolva i principali punti deboli, Borget ha affermato che non crea nuove opportunità di business per i creatori di contenuti. Gli NFT, tuttavia, sono in grado di espandere la portata di un creatore di contenuti, poiché queste risorse digitali rappresentano arte, musica, oggetti da collezione e altro ancora che possono essere facilmente scambiati tra gli utenti.

Sebbene questi punti della comunità di gioco siano certamente validi, Fewel ritiene che la sfida più grande sia convincere le aziende ad adottare una nuova tecnologia come la blockchain:

“Stiamo facendo cose che non sono mai state fatte prima, ma essendo ossessionati dal cliente e applicando una mentalità di crescita, rimaniamo concentrati sull’obiettivo finale di fornire transazioni automatizzate, conformi e trasparenti tra Microsoft ei suoi partner”.