Le proposte di miglioramento di Bitcoin da 340 a 342 erano fuse giovedì nella codebase Bitcoin, segnalando che il previsto aggiornamento Taproot è pronto.

Taproot e la tecnologia associata delle firme di Schnorr sono considerati l’aggiornamento più importante per Bitcoin nell’ultimo anno. È principalmente un miglioramento della privacy per condizioni di spesa complesse su Bitcoin come transazioni multisig, blocchi temporali e altre condizioni basate su Bitcoin Script.

Come riportato in precedenza da Cointelegraph, Taproot nasconde ogni condizione di spesa aggiuntiva oltre quello che è stato attivato. Ad esempio, una transazione potrebbe essere eseguita immediatamente se tutti e quattro i firmatari multisig sono d’accordo, oppure potrebbe richiedere un certo periodo di tempo prima che i fondi vengano sbloccati se sono presenti solo tre firmatari su quattro. Normalmente, un estraneo è in grado di identificare ogni possibile condizione, ma con Taproot vedrà solo quella che è stata attivata alla vigilia.

Inoltre, grazie alle firme di Schnorr, una transazione multisig pura può essere resa indistinguibile dai normali trasferimenti. Vale la pena ricordare che Taproot non apporta modifiche ai protocolli di missaggio come CoinJoin, che rimarranno facilmente distinguibili.

Mentre il codice iniziale per Taproot è stato sottoposto a revisione a gennaio, alcuni complicazioni principalmente relative alle firme di Schnorr hanno richiesto una notevole quantità di raffinatezza.

Le proposte sono state ora completamente riviste dagli sviluppatori principali di Bitcoin e sono pronte per essere incluse in una versione client. Pieter Wuille, lo sviluppatore principale di Taproot, ha detto a Cointelegraph che “è tutto fatto, tranne l’attivazione”.

Cointelegraph aveva precedentemente riferito che il consenso per l’attivazione potrebbe richiede un po ‘di tempo per essere raggiunto. Il processo potrebbe potenzialmente durare per anni, sebbene Taproot sia generalmente considerato molto meno controverso rispetto ai precedenti aggiornamenti come SegWit.

Il processo inizia non appena il codice di attivazione è incluso in Bitcoin Core, consentendo ai minatori di segnalare l’approvazione per la sua inclusione. Ma Taproot sembra essere arrivato leggermente nel momento sbagliato per l’attivazione immediata.

Jonas Nick, ricercatore presso Blockstream e sviluppatore principale di Bitcoin, ha detto a Cointelegraph che “Taproot non è ancora pronto per l’attivazione”.

Ha spiegato che la logica di attivazione generalmente non è inclusa in una versione principale, facendo riferimento alla prossima versione 0.21. Il codebase ha raggiunto il “blocco delle funzionalità” giovedì, con il codice Taproot di base che lo ha reso giusto in tempo. Tuttavia, d’ora in poi verranno aggiunte solo correzioni di bug. Spiegando perché gli sviluppatori sono cauti, Nick ha detto:

“Le principali versioni possono contenere modifiche alle dipendenze e alle interfacce (ad esempio RPC). Gli utenti dovrebbero essere in grado di eseguire la logica di attivazione di softfork senza il lavoro aggiuntivo richiesto per essere compatibili con una nuova versione principale. “

La logica per attivare Taproot su mainnet sarà probabilmente inclusa in una futura versione minore, ma nel frattempo Nick ha detto che “Taproot potrebbe essere attivato su qualcosa come signet o testnet se qualcuno ha prodotto il codice per quello”, come l’implementazione grezza è già presente.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here