Solana, la piattaforma di contratti intelligenti recentemente entrata sotto i riflettori grazie al Serum di FTX, ha annunciato l’imminente rilascio di quello che dice essere un ponte decentralizzato per i token Ethereum ERC-20.

Chiamato Wormhole, il bridge consentirebbe agli utenti di trasferire il valore tra i diversi blockchain, trasformando i token ERC-20 nel corrispondente standard SPL di Solana.

Il ponte è attualmente sottoposto a verifica da parte di Kudelski, un’importante società di sicurezza svizzera. Anatoly Yakovenko, CEO di Solana, ha dichiarato a Cointelegraph che il rilascio è previsto per la fine di ottobre. Una beta del bridge sarà disponibile per gli sviluppatori in un hackathon del 28 ottobre, con una versione completa prevista subito dopo.

Wormhole utilizza una serie di “guardiani” scelti dai validatori esistenti di Solana sulla rete proof-of-stake. La società ha spiegato che Wormhole è una rete Proof of Authority che prende in prestito fiducia e identità dalla catena principale.

I guardiani sono responsabili della lettura dei dati da entrambe le blockchain e della verifica del corretto funzionamento del bridge. Quando due terzi dei validatori firmano per la correttezza di una particolare transazione, i contratti intelligenti su entrambi i lati coniano e bruciano gli importi dei token corrispondenti per attivare il trasferimento.

Il sistema sembra funzionare in modo simile al bridge federato visto su sidechain Bitcoin come Liquid o RSK, anche se i guardiani non sembrano essere i custodi diretti delle risorse nel bridge.

I nodi Wormhole sono in grado di decidere il nuovo set di guardian, che secondo la società è “stabilito con un sistema di governance off-chain”.

Yakovenko ha aggiunto che “Wormhole è solo il primo passo”. Il team sta lavorando a un’implementazione parallela che includa client leggeri on-chain, che potrebbero eliminare la necessità di qualsiasi tipo di validatore concreto. “Questi diversi ponti hanno compromessi tra la velocità con cui possono essere costruiti, la velocità dell’utente, i costi e la decentralizzazione, ma è possibile combinarli per avere il meglio di entrambi i mondi”, ha spiegato.

Solana è attualmente sede di Serum, an scambio decentralizzato basato su order book sviluppato da FTX. Fino ad ora, la liquidità di Ethereum poteva arrivare a Solana solo attraverso il servizio di wrapping di FTX. Wormhole aggiungerebbe un’altra opzione per i trader che desiderano utilizzare Serum e altri protocolli.

Yakovenko ha anche citato alcuni altri protocolli DeFi attualmente in costruzione su Solana, tra cui Stardust, Terra, Ramp DeFi, Anchor e REN.

Solana afferma un tasso di transazione di oltre 50.000 transazioni al secondo, che si ottiene attraverso una variazione dell’algoritmo Practical Byzantine Fault Tolerance visto in blockchain come NEO. L’idea centrale alla base della sua architettura è quella di avere una rete che sia veloce almeno quanto un singolo nodo, il che significa eliminare i colli di bottiglia della larghezza di banda che spesso limitano la scalabilità su altre catene. Ciò consente a software del nodo blockchain da fortemente parallelizzare, a differenza di molte altre catene che non sfruttano le capacità multi-threading dell’hardware di oggi.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here