Singapore è pronta a lanciare la propria valuta digitale della banca centrale, o CBDC, ha affermato Sopnendu Mohanty, chief FinTech officer presso la banca centrale di Singapore e regolatore finanziario, Monetary Authority of Singapore.

Intervenendo sull’argomento durante un’intervista esclusiva con Cointelegraph, Mohanty ha sottolineato che a Singapore non c’è molta richiesta per un CBDC al dettaglio, dato che l’infrastruttura del sistema di pagamento nel paese consente già pagamenti veloci ed economici tra i privati.

Invece, la banca centrale di Singapore è focalizzata sullo sviluppo di un CBDC all’ingrosso, che sarà utilizzato per facilitare il regolamento di titoli e pagamenti tra istituzioni finanziarie.

“Non credo che dobbiamo fare altri esperimenti sui CBDC all’ingrosso”, ha sottolineato Mohanty. “Ora dovremmo iniziare a pensare di entrare in produzione”.

Secondo Mohanty, un quadro normativo severo ma chiaro unito all’apertura all’innovazione è ciò che rende Singapore uno dei luoghi più attraenti per il business delle criptovalute nel sud-est asiatico.

“Definire Singapore” crypto-friendly “, ha detto Mohanty,” sarebbe “altamente fuorviante”.

In effetti, ha sottolineato, la piccola città-stato dispone di un quadro normativo molto chiaro per prevenire il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo.

La banca centrale di Singapore crede ancora che mentre l’attività commerciale pone alcuni rischi, la tecnologia stessa è neutra.

“Consentire alle criptovalute di essere un costrutto sperimentale a Singapore è ciò che stiamo cercando”, ha spiegato.

Guarda l’intervista completa sul nostro canale Youtube e non dimenticare di iscriverti!



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here