A luglio, la Securities and Exchange Commission insieme alla Commodity Futures Trading Commission app di investimento multata Abra per fornire trading su asset sintetici.

A quel tempo, sembrava la fine della questione. Tuttavia, in risposta alla richiesta di dettagli del Freedom of Information Act (FOIA) di Cointelegraph nel caso Abra, la SEC ha citato l’esenzione FOIA 5 USC 552 (b) (7) (A) – un esenzione che si applica solo alle indagini in corso. L’esenzione si applica alle situazioni in cui si potrebbe ragionevolmente prevedere che la divulgazione di informazioni interferisca con i procedimenti di esecuzione.

La risposta della SEC non fornisce dettagli sull’indagine in corso, ed è stata attenta a precisare che non significa che la commissione stia ancora accusando Abra di qualcosa: “l’affermazione di questa esenzione non dovrebbe essere interpretata come un’indicazione dalla Commissione o dai suoi personale che si sono verificate violazioni della legge nei confronti di qualsiasi persona, entità o sicurezza. “

Quindi, ciò che esattamente la SEC sta indagando rimane una questione di speculazione, ma deve essere qualcosa che valga la pena di archiviare un altro caso. Un rappresentante dell’ufficio FOIA della commissione ha detto a Cointelegraph che “potrebbero esserci questioni che stanno cercando di chiudere prima di chiudere l’indagine generale” – linguaggio vago caratteristico di un’organizzazione che, come questione di politica, non commenta le indagini finché sono finite.

Le multe originali inflitte ad Abra erano relativamente piccole, per un totale di soli $ 300.000. Tuttavia, ha inviato un messaggio forte sulla giurisdizione della SEC. Abra ha uffici in California e nelle Filippine. Il servizio a cui la SEC e la CFTC hanno ordinato di interrompere non era quello offerto dall’azienda agli utenti statunitensi. Si trattava piuttosto di una forma di riproduzione sintetica dei movimenti di prezzo sui mercati dei titoli statunitensi per gli investitori al dettaglio al di fuori degli Stati Uniti. Si è sostenuto che la missione di entrambe le commissioni – proteggere gli investitori statunitensi – non sarebbe stata applicata.

La SEC e la CFTC non sono state d’accordo e hanno spinto in avanti. Il principio di funzionamento sembra essere che qualsiasi collegamento con gli Stati Uniti è sufficiente per l’infrastruttura normativa statunitense per reprimere le offerte discutibili. Simili questioni di giurisdizione sono sorte durante il La ricerca della SEC di Telegram per la sua offerta di token GRAM.

Abra non aveva risposto alla richiesta di commento di Cointelegraph al momento della stampa.

In agosto Il commissario della SEC Hester Peirce ha detto a Cointelegraph riguardo al caso Abra e alla giurisdizione della SEC che “è utile essere il più chiari possibile su quando si applicano le nostre leggi e quando non lo fanno, è solo che il mondo è un posto disordinato”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here