Cambio valuta digitale Coinbase Secondo quanto riferito, si è avvicinato a Goldman Sachs per guidare la sua imminente offerta pubblica iniziale, una mossa che potrebbe rafforzare l’appeal delle criptovalute presso un pubblico mainstream più ampio.

Citando due fonti che hanno familiarità con la questione, Business Insider segnalato Venerdì che Coinbase sta guardando a Goldman Sachs per gestire la sua dichiarazione pubblica. Non sono stati forniti ulteriori dettagli.

Coinbase è stato collegato a Goldman Sachs tramite Fred Ehrsam, il co-fondatore dell’exchange che in precedenza ha lavorato presso la banca come trader. Business Insider riferisce che Ehrsam ha lavorato in Goldman tra il 2010 e il 2012 prima di fondare Coinbase con l’attuale CEO Brian Armstrong.

Ehrsam ha lasciato lo scambio nel 2017 ma mantiene una posizione nel consiglio di amministrazione.

Il rapporto è emerso il giorno dopo Coinbase ha confermato la sua intenzione di diventare pubblica in una bozza di registrazione inviata alla Securities and Exchange Commission, o SEC. Sulla base della sua ultima valutazione nel 2018, Coinbase valeva $ 8 miliardi. La società di analisi crittografica Messari afferma Coinbase potrebbe valere 28 miliardi di dollari dopo la sua offerta pubblica.

Coinbase è lo scambio preferito di molti nuovi arrivati ​​nello spazio delle valute digitali. La piattaforma ha anche rastrellato miliardi di dollari in capitale istituzionale dalla primavera, che coincide sostanzialmente con l’arrivo della cosiddetta smart money.

Gli investitori istituzionali sono stati probabilmente il principale catalizzatore dietro il (BTC) rally da record finora. Giovedì, la criptovaluta di punta è catapultata verso i 24.000 dollari in rotta verso nuovi massimi.

Questa storia è ancora in fase di sviluppo.