Parlando a un evento giovedì, Ida Wolden Bache, vice governatore della banca centrale norvegese, ha descritto un calo dei pagamenti in contanti mentre elaborava le valute digitali della banca centrale, o CBDC.

“Solo il 4% dei pagamenti viene ora effettuato in contanti”, Bache disse nel suo discorso durante la conferenza sui pagamenti di Finance Norway. “Questa quota è approssimativamente la stessa della primavera e notevolmente inferiore rispetto a prima della pandemia”, ha aggiunto. “Per quanto ne sappiamo, la quota di pagamenti in contanti è inferiore in Norvegia che in qualsiasi altro paese”.

La Norvegia utilizza la corona, la valuta emessa dalla Norges Bank, la banca centrale del paese. Dopo che a marzo sono sorte le preoccupazioni per COVID-19, logicamente punti comuni di contatto personale è diventato preoccupante per i paesi. Quelle includevano valute fisiche, che cambiano costantemente di mano.

Anche i CBDC sono diventati un tema caldo nel 2020. Un gran numero di nazioni del mondo ha lanciato un tale asset digitale, con la Cina vantandosi di testare la sua risorsa.

“Una tendenza specifica per la Norvegia e alcuni dei nostri paesi limitrofi è il livello basso e in calo di utilizzo del contante”, ha detto Bache dopo aver dettagliato vari aspetti della scena CBDC globale.

Il direttore della politica monetaria della banca centrale ha menzionato le qualità salienti disponibili in contanti. Il contante rimane disponibile, ad esempio, se i sistemi di pagamento digitale si interrompono. “Il denaro contante ha corso legale ampiamente accessibile”, ha affermato. Il paese potrebbe perdere alcuni di questi aspetti se diventasse completamente digitale con un CBDC.

Bache rifletté:

“La domanda è se qualcosa di importante andrà perso se i soldi si estinguono e lo facciamo non introdurre CBDC? La moneta della banca centrale è cruciale per la fiducia nel sistema monetario? Potrebbe CBDC fornire più di quanto il denaro possa offrire, sotto forma di una gamma più ampia di usi e più innovazione? “

Bache ha anche toccato una serie di altri punti di considerazione quando si tratta della Norvegia che lancia un CBDC. “La prospettiva dell’introduzione di un CBDC è ancora lontana”, ha detto, aggiungendo:

“La mancanza di urgenza riflette la nostra visione fino ad ora secondo cui non c’è bisogno di introdurre un CBDC. L’introduzione di un CBDC potrebbe avere conseguenze considerevoli in una serie di settori. La nostra decisione deve essere ben informata”.

Per quanto riguarda i progressi, la banca centrale norvegese continua a studiare le CBDC. Confermato il ministro dell’economia brasiliano la ricerca del paese di un CBDC ieri.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here