In un anno difficile per la criptovaluta incentrata sui pagamenti, il CTO di Ripple David Schwartz ha recentemente portato su Twitter per discutere con i membri della comunità perché le banche sono state riluttanti ad adottare XRP come un ponte.

Durante uno scambio con un membro della comunità di Ripple la scorsa settimana, Schwartz ha spiegato che ci sono una serie di ostacoli che Ripple sta affrontando che ha portato alla riluttanza delle banche a utilizzare XRP per regolare le transazioni transfrontaliere.

Schwartz ha scritto che vede problemi come “incertezza normativa, problemi dell’ultimo miglio, paura di rappresaglie da parte dei partner esistenti”, come ostacoli all’adozione diffusa.

Schwartz ha anche affermato che un altro motivo della riluttanza delle banche ad adottare XRP su larga scala è che il prodotto è molto nuovo e ci vorrà più tempo per ottenere lo slancio appropriato.

I commenti arrivano in un momento difficile per la valuta e per i suoi detentori. L’XRP è in calo del 18,6% su base annua e di oltre il 90% rispetto ai massimi storici.

Inoltre, Paypal non includeva XRP nel suo elenco di criptovalute che avrebbe offertoe l’azienda sta affrontando un causa contro la proprietà intellettuale in Australia rispetto al suo standard di pagamento con marchio “PayID”.

Gli investitori di Ripple non sono gli unici a sentire il dolore, tuttavia: all’inizio di questo mese Cointelegraph ha anche riferito che nel 2012 Schwartz ha venduto 40.000 Ether a $ 1 ciascuno.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here