Indice Stoxx 50 dell’UE, Banca centrale europea, vaccino, blocchi, Coronavirus – Punti di discussione:

  • Il Dollaro neozelandese ha sovraperformato significativamente le sue controparti principali dopo che la RBNZ ha mantenuto stabili i tassi di interesse.
  • Le azioni europee rischiano di invertirsi al ribasso mentre l’ottimismo sui vaccini inizia a svanire.
  • Tuttavia, la BCE accomodante potrebbe limitare il potenziale ribasso.
  • L’indice EU Stoxx 50 rischia di invertirsi al ribasso mentre l’RSI si allontana dal territorio di ipercomprato.

Riepilogo Asia-Pacifico

I mercati azionari asiatici si sono ampiamente spostati al rialzo durante gli scambi Asia-Pacifico, poiché gli operatori di mercato hanno continuato a incoraggiare gli sviluppi positivi del vaccino contro il coronavirus.

L’Australia ASX 200 l’indice è balzato dell’1,72% dopo che l’indice di fiducia dei consumatori Westpac è salito alla sua lettura più alta dalla fine del 2013, mentre quello del Giappone Nikkei 225 l’indice è salito di oltre l’1,7%.

Il paradiso Dollaro Americano ha continuato a perdere terreno rispetto alle sue controparti principali mentre era sensibile al ciclo Dollaro australiano e la corona norvegese hanno ampiamente sovraperformato.

Il dollaro neozelandese è esploso al rialzo dopo la Reserve Bank of New Zealand ha mantenuto stabili i tassi di interesse allo 0,25%. Oro e argento è salito nonostante un aumento di 2 punti base dei rendimenti del Tesoro USA a 10 anni.

Guardando al futuro, le richieste di mutui statunitensi per la settimana che si concluderà il 6 novembre e i discorsi del presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde e del vicepresidente Luis de Guindos, titolano il docket economico.

Calendario economico DailyFX

Dose di realtà da pesare sui prezzi delle attività europee

I mercati azionari europei sono saliti alle stelle negli ultimi giorni, sulla scia del progresso positivo del vaccino contro il coronavirus e dell’aspettativa di un approccio più diplomatico alla politica estera sotto l’amministrazione del presidente eletto Joe Biden.

Tuttavia, esiste la possibilità che gli investitori stiano andando avanti rispetto a se stessi dato il deterioramento delle condizioni di salute ed economiche in diverse nazioni europee.

Dopotutto, l’indice europeo Stoxx 50 di riferimento europeo è salito di poco meno del 20% dal 30th di ottobre nonostante le due maggiori economie dell’Unione europea, Francia e Germania, abbiano annunciato blocchi nazionali di un mese per combattere l’aumento record delle infezioni.

In effetti, la Francia e l’Italia hanno registrato il più alto aumento dei decessi per Covid-19 dall’aprile del 10 novembre, mentre le autorità tedesche hanno accennato a estendere le attuali restrizioni se i focolai non vengono soppressi con successo.

Prospettive EU Stoxx 50: rimbalzo sulle notizie sui vaccini a corto di vapore

Fonte – Banca centrale europea

Inoltre, il EuroL’indice ZEW Economic Sentiment di -area è sceso di 19,5 punti a novembre ai livelli più bassi da aprile, poiché gli investitori perdono fiducia nella ripresa economica della regione a causa dell’inasprimento delle restrizioni.

Il vaccino stesso, sviluppato da Pfizer e BioNTech, mette in discussione anche la reazione ottimistica osservata recentemente in più classi di attività, poiché le preoccupazioni relative al trasporto, alla produzione e allo stoccaggio iniziano a emergere.

Certo, l’efficacia del 90% è notevolmente superiore anche alle aspettative più ottimistiche per un vaccino di prima generazione, tuttavia, con i colpi che richiedono una temperatura di conservazione di -70 gradi Celsius e due dosi necessarie per inoculare con successo un soggetto, c’è una chiara possibilità che questo vaccino sarà distribuito solo a un numero limitato di nazioni.

Pertanto, i prezzi delle attività europee potrebbero scendere al ribasso nei prossimi giorni poiché gli investitori contemplano la realtà che un vaccino potrebbe non essere disponibile per la distribuzione di massa fino a metà 2021.

Indice ZEW Economic Sentiment dell’Area Euro

Prospettive EU Stoxx 50: rimbalzo sulle notizie sui vaccini a corto di vapore

La BCE accomodante potrebbe sostenere lo Stoxx 50 dell’UE

Detto questo, l’atteggiamento accomodante della Banca centrale europea potrebbe limitare il ribasso per le attività di rischio regionali, poiché il membro del Comitato esecutivo Isabel Schnabel afferma che “alla luce della seconda ondata di infezioni da Covid-19 e dei rinnovati blocchi, è necessario per salvaguardare condizioni finanziarie favorevoli e sostenere l’attività economica a fronte di un peggioramento delle prospettive di crescita ”.

Il Consiglio direttivo dovrebbe espandere il proprio 1,35 trilioni del Programma di acquisto di emergenza pandemico (PEPP) a dicembre, nonostante abbia speso finora poco più della metà dei fondi dedicati e i suggerimenti di alcuni membri del comitato secondo cui “la flessibilità del PEPP ha suggerito che la dotazione di acquisto netta dovrebbe essere considerata una soffitto piuttosto che un obiettivo“.

Prospettive di EU Stoxx 50: rimbalzo sulle notizie sui vaccini a corto di vapore

Fonte – Banca centrale europea

Infatti, il presidente Christine Lagarde ha confermato che “utilizzeremo tutti gli strumenti di cui disponiamo con tutta la flessibilità di cui disponiamo, e mi riferisco chiaramente al PEPP più di altri, per affrontare la situazione e per affrontare qualsiasi sviluppo di la situazione”.

Pertanto, l’aspettativa di un ulteriore allentamento monetario potrebbe sostenere i mercati azionari regionali nel breve termine e limitare le potenziali perdite se il sentiment si inasprisce notevolmente.

Grafico giornaliero dei future sull’indice Stoxx 50 dell’UE – Suggerimenti RSI all’esaurimento del trend rialzista

Prospettive di EU Stoxx 50: rimbalzo sulle notizie sui vaccini a corto di vapore

Grafico giornaliero dei futures EU Stoxx 50 creato utilizzando TradingView

Da un punto di vista tecnico, l’indice di riferimento EU Stoxx 50 sembra pronto a invertire la rotta al ribasso dopo non aver infranto la resistenza chiave al massimo di marzo (3467).

L’andamento dell’RSI suggerisce che il rialzo del 20% dal minimo di ottobre (2887) potrebbe esaurirsi, poiché l’oscillatore devia notevolmente dal territorio di ipercomprato.

Una rottura sotto il massimo di giugno (3394) genererebbe probabilmente un pullback verso il supporto confluente alla media mobile a 100 giorni e al 61,8% di Fibonacci (3242).

Al contrario, una chiusura giornaliera sopra il massimo di marzo (3467) potrebbe segnalare la ripresa del trend rialzista primario e mettere a fuoco il minimo di gennaio (3607).

Grafico a 4 ore dei future sull’indice Stoxx 50 dell’UE – ritiro a breve termine sulle carte

Prospettive di EU Stoxx 50: rimbalzo sulle notizie sui vaccini a corto di vapore

Grafico a 4 ore dei futures EU Stoxx 50 creato utilizzando TradingView

Lo zoom in un grafico a 4 ore suggerisce un pullback a breve termine, poiché l’RSI diverge con il prezzo e non riesce a confermare il passaggio a massimi più alti.

Il prezzo potrebbe tornare al supporto al massimo di giugno (3394) se il massimo di marzo (3467) rimane intatto, con una violazione del segno di 3350 che probabilmente accenderà una spinta per chiudere il divario del 6 novembre (3201).

Al contrario, una rottura sopra il massimo di marzo (3467) e il livello psicologicamente imponente di 3500 potrebbero ritagliarsi un percorso per il prezzo per testare la resistenza chiave al minimo di gennaio (3607).

– Scritto da Daniel Moss, analista di DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da Daniel Moss

Migliora il tuo trading con IG Client Sentiment Data





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here