EUR / JPY, EUR / USD, Banca centrale europea, inflazione nell’area dell’euro, seconda ondata Covid-19 – Punti di discussione:

  • Il Dollaro Americano e Yen Giapponese ha recuperato terreno perso durante il commercio APAC mentre gli investitori rimuginavano sulla rottura dei negoziati fiscali statunitensi.
  • Un contesto fondamentale in indebolimento potrebbe costringere la BCE ad agire prima o poi, poiché le pressioni disinflazionistiche continuano a crescere.
  • EUR / USD tassi a rischio di scivolare al ribasso dopo non essere riusciti a superare l’ex supporto trasformato in resistenza.
  • EUR / JPY rimbalzo a corto di vapore mentre l’RSI devia dal territorio di ipercomprato. L’inversione è più bassa in vista?

Riepilogo Asia-Pacifico

Il dollaro USA e lo yen giapponese associati al paradiso si sono mossi leggermente al rialzo durante il commercio Asia-Pacifico, poiché gli investitori hanno digerito la continua mancanza di progressi nei negoziati di stimolo del Congresso degli Stati Uniti.

I mercati azionari cinesi hanno preso d’assalto, guidati dall’indice Shanghai Composite, che è salito di oltre il 2% mentre gli investitori regionali guardano avanti alla visita programmata di Xi Jinping a Shenzhen mercoledì, con l’aspettativa che il presidente sveli i piani per incoraggiare gli investimenti stranieri.

Il USD / CNH il tasso di cambio è rimbalzato al rialzo, dopo essere sceso ai livelli più bassi dall’aprile 2019 alla fine della scorsa settimana, poiché la Banca popolare cinese ha tagliato i requisiti di riserva in valuta estera dal 20% a zero.

Guardando al futuro, i discorsi del presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde e del membro del Consiglio direttivo Isabel Schnabel danno il via a un diario economico piuttosto leggero.

Grafico di reazione del mercato creato utilizzando TradingView

L’indebolimento del contesto fondamentale mette sotto pressione la BCE

Come accennato in precedenti rapporti, crescita lenta dei prezzi al consumo e un ‘seconda ondata‘di infezioni da Covid-19 in diversi Euro-le nazioni della zona potrebbero spingere la Banca centrale europea a fare di più per sostenere la nascente ripresa economica del blocco commerciale, come sottolinea il capo economista Phillip Lane che “la debole domanda e l’aumento della debolezza economica si sono aggiunti alle pressioni disinflazionistiche in un ambiente che è già caratterizzato da una bassa inflazione“.

I verbali della riunione di politica monetaria della BCE a settembre sembravano confermare che queste preoccupazioni non erano solo di Lane, poiché “i membri hanno notato che le aspettative di inflazione a lungo termine erano scese all’1,6%, il livello più basso dall’inizio dell’Unione economica e monetaria [and] le pressioni inflazionistiche sarebbero rimaste contenute a causa della debolezza della domanda, delle minori pressioni salariali e del recente apprezzamento del tasso di cambio dell’euro ”.

Con questo in mente, diversi membri del Consiglio direttivo hanno sostenuto la necessità di “mantenere la mano libera” in considerazione dell’elevata incertezza, sostenendo la necessità di valutare attentamente tutte le informazioni in arrivo, compreso il tasso di cambio dell’euro, e di mantenere la flessibilità nel intraprendere azioni politiche appropriate se e quando necessario ”.

Casi quotidiani di coronavirus della zona euro

Rimbalzo dell'euro suscettibile ai fondamentali deboli, BCE accomodante

Fonte: Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie

Pertanto, con l’inflazione nominale dell’area dell’euro che dovrebbe scendere al -0,3% e il tasso di inflazione core che scenderà al minimo storico dello 0,2% a settembre, la necessità di impostazioni di politica monetaria più accomodanti potrebbe intensificarsi nel breve termine.

Tuttavia, il suggerimento di alcuni membri del comitato che “la flessibilità del programma di acquisto di emergenza in caso di pandemia ha suggerito che la dotazione di acquisto netto dovrebbe essere considerata un soffitto piuttosto che un obiettivo“, Indica che forse non tutti i responsabili politici sono interessati allo stato di cose attuale.

In effetti, il presidente della Bundesbank Jens Weidmann si oppone con veemenza alla fornitura di stimoli aggiuntivi dato che l’economia della regione sta riprendendo “un po ‘più rapidamente del previsto”.

Tuttavia,con l’Italia che registra il più grande aumento giornaliero di casi di Covid-19 dalla fine di marzo e un marcato aumento delle infezioni che costringono la reimposizione di restrizioni che ostacolano la crescita in diverse regioni spagnole, un’ulteriore debolezza nei prossimi dati economici potrebbe costringere la BCE ad agire prima piuttosto che dopo e a sua volta pesano sulla performance dell’Euro rispetto alle sue controparti.

Rimbalzo dell'euro suscettibile ai fondamentali deboli, BCE accomodante

Calendario economico DailyFX

Grafico giornaliero EUR / USD – Breakout o Fakeout?

Da un punto di vista tecnico, le prospettive per EUR /Dollaro statunitense i tassi sembrano sbilanciati verso l’alto mentre il prezzo torna al di sopra del Media mobile di 21 giorni (1.1765) e infrange la resistenza psicologica chiave al livello di 1.18.

Il posizionamento costruttivo dell’RSI sopra il suo punto medio neutro, in tandem con un crossover rialzista sull’indicatore MACD, suggerisce un aumento della pressione di acquisto e potrebbe alla fine innescare un’estensione del rimbalzo dal minimo di settembre (1,1612), se il prezzo chiudesse sopra il massimo del 9 ottobre (1.1822).

Tuttavia, con il prezzo che fatica a superare l’ex supporto trasformato in resistenza al Testa e spalle‘neckline, un’inversione di ritorno verso il 50-DMA (1,1728) che definisce la tendenza non è affatto fuori questione.

Pertanto, una chiusura giornaliera inferiore a 1,1800 potrebbe segnalare la fine del rimbalzo dell’1,9% dell’euro dal minimo di settembre (1,1612) e generare una spinta al ribasso per testare il 38,2% di Fibonacci (1,1626), se i venditori superano con successo il 50-DMA (1,1728) .

Rimbalzo dell'euro suscettibile ai fondamentali deboli, ECB accomodante

Grafico giornaliero EUR / USD creato utilizzando TradingView



dei clienti lo sono netto lungo.



dei clienti lo sono corto netto.

Cambiare in

Longs

Pantaloncini

CIAO

Quotidiano 9% 0% 3%
settimanalmente -12% 3% -3%

Grafico giornaliero EUR / JPY – RSI suggerisce un aumento del momentum ribassista

I tassi EUR / JPY potrebbero essere a rischio di invertirsi al ribasso nei prossimi giorni, poiché la scollatura del modello Testa e spalle scavata in agosto continua a soffocare la pressione all’acquisto.

Inoltre, il RSILa notevole deviazione dal territorio rialzista sopra i 60 potrebbe essere indicativa di uno slancio rialzista svanito e potrebbe ispirare aspiranti venditori, se la resistenza a 125,00 rimane intatta.

Una chiusura giornaliera al di sotto del massimo di giugno (124,43) accenderebbe probabilmente una correzione più ampia di nuovo al tendenza rialzista estendendosi dal minimo di maggio, con una rottura del supporto di tendenza necessaria per ritagliarsi un percorso per testare il 200-DMA che definisce il sentiment (122,10).

Al contrario, una chiusura giornaliera superiore a 125,00 probabilmente invaliderebbe il potenziale ribassista e riporterebbe il massimo annuale fissato il 1 ° settembre (127,07).

Rimbalzo dell'euro suscettibile ai fondamentali deboli, ECB accomodante

Grafico giornaliero EUR / JPY creato utilizzando TradingView



dei clienti lo sono netto lungo.



dei clienti lo sono corto netto.

Cambiare in

Longs

Pantaloncini

CIAO

Quotidiano 0% 5% 3%
settimanalmente 0% 38% 22%

– Scritto da Daniel Moss, analista di DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here