Avalanche, un nuovo protocollo blockchain e criptovaluta supportati dalla Cornell University Emin Gun Sirer, sarà finalmente disponibile tra pochi giorni.

Secondo un annuncio, lunedì Avalanche distribuirà l’intera rete principale.

Con il lancio della mainnet, il token Avalanche (AVAX), il token nativo della piattaforma, può essere elencato negli scambi crittografici, sebbene Ava Labs non abbia specificato quali.

Come riportato in precedenza, il token AVAX servirà come strumento per proteggere la rete Avalanche attraverso lo staking, pagare le tariffe operative, trasferire valore peer-to-peer e creare nuove reti. Una volta che la mainnet sarà attiva, i dati sul token AVAX saranno disponibili sui principali esploratori di token come CoinMarketCap, ha affermato un rappresentante di Ava Labs.

Oltre alla rete Avalanche, Ava Labs lancerà anche una piattaforma open source per la costruzione finanza decentralizzata applicazioni e strumenti blockchain aziendali. Con il lancio, Ava Labs mira a risolvere i principali problemi relativi alla DeFi come eccesso di congestione sulla rete Ethereum fornendo una rete blockchain altamente scalabile.

Il co-fondatore e chief operating officer di Ava Labs, Kevin Sekniqi, ha dichiarato a Cointelegraph che DeFi è sempre stato l’obiettivo principale di Avalanche. Ha affermato che la rete è sostanzialmente illimitata in termini di scalabilità:

“Non esiste un limite noto al numero di validatori completi che producono blocchi che possono partecipare ad Avalanche Consensus senza alcuna perdita di prestazioni. Abbiamo testato oltre 2.000 di questi nodi di convalida completi senza alcun calo di prestazioni o tempi di inattività. “

Secondo i rappresentanti di Ava Labs, la rete Avalanche è in grado di confermare le transazioni in meno di un secondo, con una capacità di oltre 4.500 transazioni al secondo e soglie di sicurezza “ben al di sopra degli standard del 51% delle altre reti”.

Poiché la piattaforma Avalanche è progettata per aiutare gli attuali progetti DeFi a crescere ulteriormente, la rete deve fornire un livello sufficiente di interoperabilità con altre reti. Sekniqi ha affermato che Avalanche supporterà i bridge ad altre reti per consentire agli utenti di spostare le risorse tra di loro.

“Presto lanceremo un ponte verso Ethereum che consentirà attività tra le reti, come il trasferimento di asset come le stablecoin tra le reti o il” wrapping “di asset nativi su Avalanche, senza perdere alcuna funzionalità”, ha affermato.

Secondo l’azienda, Avalanche ha raccolto fino ad oggi 60 milioni di dollari, di cui a Vendita pubblica di token da 42 milioni di dollari a luglio e a $ 12 milioni di vendita privata guidato da Galaxy Digital, Bitmain e Initialized Capital. Il progetto è stato avviato nel maggio 2019.

Il fondatore e CEO di Avalanche, Gün Sirer, di recente ha criticato i progetti blockchain emergenti per aver applicato strategie dubbie nel settore. In un tweet Frida, lui disse che troppi progetti industriali tendono a fare affermazioni tecnologiche forti senza fornire molte prove.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here