In un thread di Twitter pubblicato martedì, Dalio dichiarato credeva che Bitcoin (BTC) non era un mezzo di scambio efficace né una riserva di valore a causa della sua volatilità. Ha anche affermato che i governi potrebbero mettere fuori legge le risorse crittografiche se diventassero una minaccia per le valute legali. Tuttavia, ha anche ammesso che “potrebbe mancare qualcosa” e ha invitato gli altri a intervenire con le loro spiegazioni.

“Non riesco a immaginare che le banche centrali, i grandi investitori istituzionali, le imprese o le multinazionali utilizzino [Bitcoin], ” disse Dalio. “Se mi sbaglio su queste cose mi piacerebbe essere corretto.”

Le osservazioni di Dalio sono arrivate a seguito di un aumento dei prezzi di BTC poiché l’asset crittografico è salito oltre $ 17.500 in meno di 24 ore. La notizia rialzista ha portato molti contributori nello spazio a condividere le loro opinioni con il miliardario.

“Mettiamola in questo modo … Bitcoin è denaro, tutto il resto è credito”, disse Dead Greenspan.

Meltem Demirors, il chief strategy officer di CoinShares, offerto una risposta più approfondita su come credeva che BTC potesse essere efficacemente utilizzato per i pagamenti, ma ha aggiunto che era “una tecnologia di risparmio al suo centro”. Il CEO di BlockFi Zac Prince seguito con un filo tutto suo, affrontando a turno ciascuno dei punti di Dalio. Ha citato investitori istituzionali che hanno recentemente adottato Bitcoin, tra cui Fidelity Digital Assets, Square, Paul Tudor Jones, Bill Miller e Stanley Druckenmiller, solo per citarne alcuni.

Giovedì scorso, Dalio ha dichiarato di ritenere che i governi avrebbero probabilmente aumentato il loro sforzi per limitare le criptovalute se vedessero una crescita materiale. Le sue osservazioni sono arrivate quando il prezzo di BTC era di circa $ 2.000 in meno rispetto a oggi – $ 15.700 rispetto a $ 17.732.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here