Già nel 2016, 119.756 Bitcoin sono stati rubati dallo scambio crittografico Bitfinex. Alcune di queste monete hanno continuato a spostarsi tra i portafogli nel corso degli anni, anche fino a lunedì.

I dati blockchain mostrano che un utente crittografico sconosciuto ha mosso 270.97974 Bitcoin (BTC) da un portafoglio associato all’hack. La somma vale circa $ 5,2 milioni al momento della pubblicazione.

L’indirizzo 1GytseWXyzGpmHkcv9uDzkU9D8pLaGyR5x, che si ritiene sia associato all’hack, Spettacoli meno di 0,001 BTC rimanenti. I BTC sono stati inviati a un indirizzo bitcoin precedentemente sconosciuto – 3MyXrfSg7JFXLa7bD6YF1GnomEr8EXYRnx, quale tiene solo l’importo transato.

Gli hacker responsabili della violazione hanno spostato solo l’1-2% dei fondi rubati durante i quattro anni successivi al furto. La loro strategia HODLing sembra dare i suoi frutti: il bottino valeva solo $ 72 milioni all’epoca, ma è ora valutato a circa $ 2,3 miliardi.

A giugno, i ladri hanno trasferito 736 BTC dall’hack al mercato darknet russo Hydra, con alcune monete che in realtà sono finite su Bitfinex. Allo stesso modo, qualcuno ha trasferito 3.503 BTC dagli indirizzi associato anche all’hacking di Bitfinex del 2016 a luglio. Anche le monete sono state spostate in ottobre, con 2.900 BTC che cambiano portafogli. Varie quantità di Bitcoin dall’hack sono anche andati avanti molte altre occasioni.

Tuttavia, il 98% dei fondi rubati è rimasto intatto per quattro anni. Ciò potrebbe suggerire che gli hacker abbiano incontrato difficoltà nel riciclaggio delle risorse digitali poiché le autorità applicano normative più rigorose.

Turner Wright ha contribuito a questo articolo.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here