Punti di discussione del dollaro neozelandese

NZD / USD conserva la serie di massimi e minimi più alti dall’inizio di questa settimana in mezzo alla reazione limitata al Decisione sul tasso di interesse della Federal Reservee l’aggiornamento del rapporto sul prodotto interno lordo (PIL) della Nuova Zelanda potrebbe spingere la Reserve Bank of New Zealand (RBNZ) ai margini a settembre poiché il tasso di crescita si contrae meno del previsto nel secondo trimestre del 2020.

Prospettive per il tasso NZD / USD Impressionante per il calo del 12,4% del PIL della Nuova Zelanda

NZD/Dollaro statunitense fatica a superare il massimo settimanale (0,6759) poiché il Riepilogo delle proiezioni economiche (SEP) della Fed non mostra alcun cambiamento nel dot-plot dei tassi di interesse, ma il pullback dal massimo annuale (0,6789) potrebbe finire per essere un esaurimento nell’azione dei prezzi rialzista piuttosto che un cambiamento di tendenza come Presidente Jerome Powell e Co. giurano di “aumentare le sue disponibilità in titoli del Tesoro e titoli garantiti da ipoteca di agenzie almeno al ritmo attuale. “

Guardando al futuro, resta da vedere se la contrazione del 12,4% del PIL della Nuova Zelanda influenzerà le prospettive di politica monetaria mentre la regione affronta la sua prima recessione dal 2010, ma i dati potrebbero fare poco per influenzare la RBNZ come “produzione e occupazione riprendono prima di quanto previsto nella nostra dichiarazione sulla politica monetaria di maggio.

A sua volta, la RBNZ può spostarsi ai margini dopo aver espanso il Programma di acquisto di beni su larga scala (LSAP) per NZ$ 100 miliardi in agosto e governatore Adrian Orr and Co. potrebbe in gran parte sostenere un approccio attendista alla decisione sui tassi di interesse del 23 settembre anche se il la banca centrale insiste sul fatto che “un pacchetto di strumenti monetari aggiuntivi deve rimanere in preparazione attiva”.

Fino ad allora, le attuali tendenze di mercato potrebbero mantenere a galla NZD / USD come il Bilancio della Fed sale di nuovo sopra i 7 trilioni di dollari ad agosto e l’inclinazione del sentiment al dettaglio sembra destinata a persistere nei prossimi giorni poiché i trader sono stati short netti sulla coppia da metà giugno.

Immagine di IG Client Sentiment per il tasso NZD / USD

Il Rapporto sul sentimento del cliente IG mostra solo Il 38,45% dei trader è long net NZD / USD, con il rapporto tra trader short to long a 1,60 a 1. Il numero di trader net-long è inferiore del 6,99% rispetto a ieri e superiore del 26,50% rispetto alla settimana scorsa, mentre il numero di trader net-short è superiore dell’1,00% rispetto a ieri e dell’8,87 % in più rispetto alla scorsa settimana.

Il recente calo della posizione netta lunga potrebbe essere una funzione del comportamento di presa di profitto poiché la coppia NZD / USD fatica a raggiungere il massimo settimanale (0,6759), ma l’aumento dell’interesse netto corto suggerisce che l’inclinazione del sentiment del dettaglio si ripercuoterà nel fine mese come 39,35% dei commercianti erano rete lunga la coppia all’inizio di questa settimana.

Detto questo, le attuali tendenze del mercato potrebbero mantenere NZD/Dollaro statunitense a galla in vista del prossimo incontro RBNZ, e il recente debolezza in il tasso di cambio potrebbe rivelarsi un esaurimento nell’azione dei prezzi rialzista piuttosto che un cambiamento di tendenza come esso passa al nuovo massimo annuale (0,6789) a settembre.

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da David Song

Ulteriori informazioni sul rapporto sul sentiment del cliente IG

Iscriviti e unisciti a DailyFX Currency Strategist David Song LIVE per un’opportunità di discutere potenziali configurazioni commerciali.

Grafico giornaliero del tasso NZD / USD

Immagine del grafico giornaliero del tasso NZD / USD

Fonte: Vista commerciale

  • Tieni presente che la coppia NZD / USD ha superato il massimo di febbraio (0,6503) a giugno come Indice di forza relativa (RSI) ha rotto sopra i 70 per la prima volta nel 2020, con il tasso di cambio che ha eliminato il Massimo di gennaio (0,6733) a settembre dopo la chiusura sopra il Fibonacci si sovrappone da circa 0,6710 (espansione del 61,8%) a 0,6740 (espansione del 23,6%).
  • Però, mancanza di slancio per rompere / chiudere al di sopra della regione 0,6790 (espansione del 50%) ha spinto NZD / USD verso la sovrapposizione di Fibonacci Da 0,6600 (espansione 38,2%) a 0,6630 (espansione 78,6%), ma il pullback dal massimo annuale (0,6789) di maggio dimostrare di essere un esaurimento nell’azione dei prezzi rialzista piuttosto che un cambiamento di tendenza come il il tasso di cambio mantiene la serie di alti e bassi più alti dall’inizio di questa settimana.
  • Hai bisogno di un prezzo di chiusura superiore a Da 0,6710 (espansione del 61,8%) a 0,6740 (espansione del 23,6%) regione per aprire il 0.6790 (espansione del 50%) area, che si allinea con il massimo del 2020 (0.6789), con la prossima area di interesse che si aggira intorno a 0,6850 (espansione del 38,2%) a 0,6870 (ritracciamento del 50%).

Tratti dei commercianti di successo

Tratti dei commercianti di successo

Consigliato da David Song

Tratti dei commercianti di successo

— Scritto da David Song, Currency Strategist

Seguimi su Twitter su @DavidJSong





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here