Prezzo, grafico e analisi in euro (EUR/USD)

  • EUR/USD rally aiutato da un più debole Dollaro Americano.
  • Il PIL degli Stati Uniti e le informazioni sull’inflazione sono ora fondamentali per il biglietto verde.

Il dollaro USA continua a sbiadire al ribasso dopoFOMC, toccando il supporto mensile appena sotto 92,00. Il canale multi-settimanale è stato interrotto in modo decisivo all’inizio di questa settimana e la decisione della Fed di ieri e la conferenza stampa del presidente Jerome Powell hanno dato poco per aiutare a sostenere il biglietto verde. Il presidente Powell ha osservato che il Comitato ha riesaminato “alcune considerazioni su come i nostri acquisti di attività potrebbero essere adeguati, compreso il loro ritmo e la loro composizione, una volta che le condizioni economiche giustificano un cambiamento”. Powell ha aggiunto che i tempi di eventuali modifiche al programma di acquisto di asset “dipenderanno dai dati in arrivo” e oggi e domani porteranno due importanti comunicati che daranno alla Fed più luce sull’attuale salute dell’economia statunitense.

Oggi alle 13:30 BST, verrà rilasciato il primo sguardo al PIL degli Stati Uniti Q2, con il tasso trimestrale previsto in aumento all’8,5% dal precedente 6,4%, mentre venerdì la misura dell’inflazione preferita dalla Fed, il core PCE , dovrebbe mostrare l’inflazione in aumento al 3,7% da un precedente 3,4% su base annua. Questi due rilasci di dati decideranno la direzione a breve termine del dollaro USA e la maggior parte Dollaro statunitense-coppie.

I dati odierni sulla disoccupazione tedesca hanno battuto le aspettative del mercato con una disoccupazione in calo più del previsto, -91k contro le aspettative di -28k, portando il tasso di disoccupazione a luglio al 5,7% contro le aspettative del 5,8% e il 5,9% del mese precedente. I dati preliminari sull’inflazione dello Stato tedesco suggeriscono anche che il più grande membro dell’Eurozona riporterà un’impennata dell’inflazione intorno al 3,3% a luglio, rispetto al 2,3% di giugno. Anche se questa sarebbe una lettura forte, l’aumento della pressione sui prezzi dovrebbe essere temporaneo e probabilmente diminuirà nei prossimi mesi.

Per tutti i dati e gli eventi economici che muovono il mercato, vedere il Calendario DailyFX.

L’ultimo euroIl grafico /USD mostra che la coppia si avvicina a una zona di resistenza tra 1,1883 fino a 1,1975. Sebbene le imminenti pubblicazioni di dati possano aiutare la coppia a sfidare il livello più alto, potrebbero essere necessari alcuni eccezionali battiti/mancati per EUR/USD per scambiare al di sopra di questo livello a breve termine.

Grafico del prezzo giornaliero EUR/USD (giugno 2020 – 29 luglio 2021)



dei clienti sono netto lungo.



dei clienti sono netto corto.

Cambiare in

anela

Corti

HEY

Quotidiano -9% 10% -1%
settimanalmente -14% 3% -7%

I dati dei trader al dettaglio mostrano che il 54,34% dei trader è net-long con il rapporto tra trader long e short di 1,19 a 1. Il numero di trader net-long è inferiore del 4,55% rispetto a ieri e del 9,39% rispetto alla scorsa settimana, mentre il numero di trader i traders net-short sono superiori del 2,54% rispetto a ieri e dello 0,36% in meno rispetto alla scorsa settimana.

Solitamente abbiamo una visione contraria del sentiment della folla e il fatto che i trader siano net-long suggerisce che i prezzi EUR/USD potrebbero continuare a scendere. Tuttavia, i trader sono meno long-line rispetto a ieri e rispetto alla scorsa settimana. I recenti cambiamenti nel sentiment avvertono che l’attuale tendenza dei prezzi EUR/USD potrebbe presto invertirsi al rialzo, nonostante il fatto che i trader rimangano net-long.

Qual è la tua opinione su EUR/USD: rialzista o ribassista? Puoi farcelo sapere tramite il modulo alla fine di questo pezzo o puoi contattare l’autore tramite Twitter @nickcawley1.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here