Previsioni Dow Jones, Nasdaq 100, S&P 500: neutrali

Dow Jones Nasdaq 100, previsioni S&P 500 per la prossima settimana

Se eri lontano dal trading desk la scorsa settimana, non ti sei perso molto poiché il Dow Jones, il Nasdaq 100 e l’S&P 500 hanno subito una noiosa azione sui prezzi con alcuni dei range di trading giornalieri più stretti nell’era post-pandemia. Dopo una settimana di scambi dimenticabile, il Dow Jones è sceso di quasi l’1%, mentre il Nasdaq 100 e l’S&P 500 sono saliti rispettivamente dell’1,6% e dello 0,3% circa. Tuttavia, non tutti i mercati sono stati così mansueti, poiché i rendimenti dei titoli del Tesoro USA sono scesi ai minimi dall’inizio di marzo e olio crudo ha superato i 70 dollari per la prima volta da ottobre 2018.

Percentuale dell’intervallo storico di 20 giorni dell’S&P 500 come percentuale di Spot

L’azione disgiunta dei prezzi si è svolta insieme a dati sull’inflazione incandescente che ha rivelato che l’economia degli Stati Uniti sta correndo ben al di sopra dell’obiettivo di inflazione del 2% della Fed. Tuttavia, la reazione del mercato all’annuncio dei dati è stata selvaggiamente deludente con pochi movimenti in nessuno dei mercati rilevanti a parte i rendimenti dei Treasury, che probabilmente si sono mossi inversamente rispetto a quanto molti analisti si aspetterebbero data la stampa. Evidentemente sembrerebbe che il mercato sia entrato nel stasi estiva non appena volume e volatilità continuano a prosciugarsi.

Previsioni Dow Jones, Nasdaq 100, S&P 500 per la prossima settimana

Detto questo, il prossimo giugno FOMC meeting ha il potenziale per rilanciare l’azione sui prezzi e far scattare alcuni dei range di trading che sono stati stabiliti nelle ultime settimane. Mentre la reazione ai dati sull’inflazione è stata attenuata, i dati saranno senza dubbio incorporati nel riepilogo aggiornato delle proiezioni economiche (SEP) della Fed durante la loro riunione, dove i dati sull’inflazione potrebbero essere offerti un’altra opportunità per aumentare la preoccupazione degli investitori.

In entrambi i casi, analisti e investitori attenderanno con impazienza informazioni dalla Federal Reserve sul ritmo atteso della crescita economica, sui valori dell’inflazione e sul loro percorso politico pianificato che potrebbe aiutare a risolvere una volta per tutte il capriccio del tapering e i dibattiti sull’inflazione transitoria. Le due conversazioni hanno dominato il discorso di mercato e sono state in gran parte responsabili delle tendenze dei prezzi che i partecipanti al mercato hanno osservato negli ultimi mesi. Con molto in gioco, la volatilità potrebbe tornare se le osservazioni della Fed differissero da ciò che Wall Street si aspetta.

Le rotture del cuneo DAX 30 e FTSE 100 sembrano imminenti, catalizzatore richiesto

Nel frattempo, i mercati continuano a subire un’azione di prezzo senza direzione in previsione della riunione della banca centrale, sebbene sia importante ricordare che la tendenza al rialzo a lungo termine dei principali indici statunitensi rimane saldamente intatta. Mentre i mercati aspettano la Fed, segui @PeterHanksFX su Twitter per aggiornamenti e analisi.

–Scritto da Peter Hanks, Stratega per DailyFX.com





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here