Ogni venerdì, Law Decoded fornisce analisi sulle storie critiche della settimana nel campo della politica, della regolamentazione e della legge.

Nota dell’editore

Gli storici tipicamente datano la nascita della polizia internazionale come la conosciamo oggi all’Ottocento, una risposta all’esplosione dei movimenti nazionalisti e del radicalismo politico non governativo in Europa. Proprio come le nuove tecnologie di collegamento come il telegrafo e la macchina a vapore hanno aiutato e favorito nuove reti di deplorevoli politici e un numero qualsiasi di complotti di Sherlock Holmes, l’esplosione della tecnologia delle comunicazioni dell’ultimo quarto di secolo ha portato a nuove forme di criminalità.

Che è, sai, qualcosa che tutti sanno passivamente. In criptovaluta, l’associazione con il crimine è una questione reputazionale familiare che è presente ma certamente non unica. La nuova tecnologia dà e toglie. Cresce anche l’interesse delle forze dell’ordine nel controllo delle nuove reti. Vengono in mente organizzazioni paranazionali come i cartelli della droga e le cellule terroristiche.

Questa settimana ha visto il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sporgere denuncia contro agenti dell’ISIS dietro le morti americane, tra cui James Foley, una mossa che espande il loro potere di perseguire agenti stranieri come criminali ai sensi della legge statunitense. L’FBI ha anche fatto scoppiare una cospirazione di estrema destra per rapire il governatore del mio stato d’origine, il Michigan. Nella crittografia, diverse giurisdizioni hanno rivendicato una nuova autorità, con il DoJ in particolare che fa una serie di mosse per espandere la sua giurisdizione.