Il Bitcoin (BTC) il rialzo dei prezzi si è interrotto nel momento in cui Joe Biden è stato annunciato come il vincitore previsto delle elezioni presidenziali del 2020 durante il fine settimana con un calo del prezzo da $ 15.500 a $ 14.400.

Tuttavia, Bitcoin sta ancora mostrando continuamente forza mentre affronta ancora una volta la zona di resistenza finale a $ 16.000.

Questa zona di resistenza finale è l’ultimo grande ostacolo prima di una potenziale corsa a un nuovo massimo storico. Tuttavia, un pullback sta diventando sempre più probabile con l’indice Fear & Greed attualmente agli stessi livelli simili al picco massimo nell’estate del 2019.

Il livello settimanale a $ 16K probabilmente grande resistenza

Grafico a 1 settimana di BTC / USD. Fonte: TradingView

Il grafico settimanale di Bitcoin mostra la zona di resistenza a $ 16.000 come zona di resistenza finale prima che possa essere testato un nuovo massimo storico.

Il grafico settimanale mostra anche i livelli di supporto se il prezzo di Bitcoin inizia a correggere. Una correzione sarebbe relativamente salutare se ribaltasse i precedenti livelli di resistenza per diventare un nuovo supporto.

Se si verifica una correzione, il livello settimanale di circa $ 11.600-12.000 dovrebbe essere considerato come una potenziale zona di supporto. Una tale correzione significherebbe un calo di circa il 30% per il prezzo di Bitcoin. Una correzione del 30% è abbastanza normale, poiché è accaduta alcune volte durante il precedente ciclo rialzista nel 2017.

‘Avidità estrema’ simile all’estate 2019

Il Indice di paura e avidità crittografica è un indicatore utile per misurare l’attuale sentiment del mercato. In periodi estremamente depressi, l’indice utilizza il colore rosso per contrassegnare il sentiment generale.