Project Spokane, una società mineraria con sede nel Montana che è stata citata in giudizio dalla società elettrica di proprietà tribale Energy Keepers Inc. per 3,7 milioni di dollari in bollette elettriche non pagate, afferma che il debito non è sua responsabilità.

Il 14 dicembre, Project Spokane richiesto che un giudice federale del Montana annulla la causa, affermando che Hyperblock LLC – una società che ha acquistato la maggior parte delle attività della società mineraria nel 2018 – è responsabile del debito.

Tuttavia, Hyperblock ha dichiarato bancarotta a marzo dopo l’inizio della pandemia COVID-19. Project Spokane e Hyperblock condividono un proprietario.

La causa, che è stata presentata da Energy Keepers, o EKI, a maggio, afferma che Project Spokane ha utilizzato il suo accordo con Hyperblock LLC per cospirare contro il pagamento del fornitore di energia elettrica per l’elettricità che consumava.

La denuncia rileva che Hyperblock ha acquistato le attività di Project Spokane per quasi $ 66 milioni nonostante l’azienda detenga solo $ 11 milioni di attività e $ 6,6 milioni di passività, sostenendo che la somma pagata era eccessiva dato lo stato dei libri del minatore.

Il progetto Spokane ha affermato che i termini dell’accordo con Hyperblock trasferivano esplicitamente la responsabilità per la sua bolletta energetica a Hyperblock. Gli imputati hanno notato che EKI ha restituito un deposito di $ 1 milione e ha emesso un limite di credito non garantito di $ 5 milioni all’azienda, sottolineando che EKI aveva stabilito che Hyperblock era legittimo dopo un’ampia interazione e ricerca sull’azienda:

“EKI ha approvato l’assegnazione dei contratti a occhi spalancati. Per EKI ora affermare che gli imputati hanno utilizzato Hyper LLC per abusare della forma societaria e perpetrare una frode è falso e palesemente falso, dato che EKI era ben consapevole di questi stessi fatti “, hanno detto gli imputati

“In poche parole, non ci sono prove che PS o Walsh abbiano utilizzato il mantello aziendale di Hyper LLC per sconfiggere la convenienza pubblica, giustificare il torto, perpetrare frodi o difendere il crimine”.

Il crollo del prezzo di Bitcoin durante il crollo del “giovedì nero” di marzo è stato citato come la ragione del fallimento di Hyperblock nel continuare a pagare le bollette, spingendo EKI a cessare la fornitura di elettricità a Hyperblock il 14 maggio. Hyperblock ha dichiarato bancarotta un giorno dopo.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here