Gli analisti affermano che l’hacker sconosciuto dietro la violazione di KuCoin lo è vendita i gettoni ERC-20 rubati su Uniswap. Sebbene la vendita di token sull’exchange decentralizzato basato su Ethereum consenta all’hacker di ottenere Ether (ETH), non significa che sia riciclato.

Tutte le transazioni effettuate sulla rete blockchain di Ethereum sono tracciabili utilizzando blockchain explorer, il che significa che anche se i token vengono convertiti in Ether, gli importi rubati lascerebbero comunque tracce. Ciò significa che gli scambi possono (e probabilmente lo faranno) sospendere qualsiasi indirizzo di scambio associato ai fondi contaminati.

Il grafico di 1 giorno di Ether

Il grafico di 1 giorno di Ether. Fonte: TradingView.com

Tentare di vendere decine di milioni di dollari di fondi tracciati immediatamente dopo una violazione è rischioso. Tutti i principali scambi sono in allerta e, in questo caso specifico, Tether (USDT) ha congelato i fondi collegati all’hacking di KuCoin.

Come Cointelegraph precedentemente segnalato, Bitfinex e il chief technical officer di Tether Paolo Ardoino hanno affermato che Tether ha congelato $ 33 milioni di USDT, ma Ardoino ha sottolineato in una dichiarazione di follow-up che ci sono linee guida rigorose che devono essere seguite per congelare i fondi. Lui spiegato:

“Tether può decidere di congelare i fondi in 2 situazioni: – richiesta di forze dell’ordine / autorità di regolamentazione – i fondi vengono inviati a indirizzi irrecuperabili (completamente a discrezione del tether) Questa capacità non autorizza gli utenti di criptovalute a partecipare a stupide truffe o a prestare meno attenzione.”

Con Tether che traccia attivamente i fondi e gli scambi principali, come Binance e Bybit contattati da KuCoin, è diventato sempre più difficile vendere i fondi. Il CEO di KuCoin Johnny Lyu disse:

“Siamo in contatto con molti importanti scambi di criptovalute come Huobi, Binance, OKEx, BitMax e Bybit, così come con progetti blockchain, agenzie di sicurezza e forze dell’ordine per lavorare su questo. Sono state prese alcune misure efficaci e presto aggiorneremo con maggiori dettagli “.

L’hacker ha venduto i token ERC-20 per ottenere ETH, ma le transazioni e gli indirizzi Ethereum possono essere tracciati utilizzando Etherscan.

Poiché i principali scambi decentralizzati esistenti non hanno soluzioni per la privacy, i token ERC-20 lascerebbero tracce per gli scambi a seguire. Per questo motivo, molti analisti non sono preoccupati che il movimento e la vendita sul mercato dei token Ether eserciterà una pressione sul prezzo Ether.

Uniswap diventerà la destinazione preferita per le monete rubate?

Secondo Ardoino, vendere i token ERC-20 rubati su uno scambio decentralizzato come Uniswap ha ripercussioni interessanti.

Ha suggerito che in futuro gli scambi decentralizzati implementino soluzioni per la privacy come transazioni riservate per attirare gli utenti. Ardoino disse:

“Questo potrebbe avere ripercussioni interessanti. Mentre osserviamo il riciclaggio mentre accade su un DEX trasparente, sorgono un paio di considerazioni per me: i fornitori di liquidità saranno contaminati? La privacy è la chiave, probabilmente il prossimo DEX dovrebbe utilizzare transazioni riservate. “





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here