Gli scambi decentralizzati sono senza dubbio uno sviluppo entusiasmante nelle criptovalute. I DEX facilitano il trading di criptovalute direttamente tra gli utenti, senza la necessità di un intermediario fidato. Questo, a sua volta, consente agli utenti di mantenere la custodia dei propri fondi.

Tuttavia, sebbene i DEX abbiano i loro vantaggi, mancano ancora in termini di normative e scalabilità, che sono considerazioni chiave che potrebbero determinare la traiettoria futura del settore delle criptovalute. Gli scambi centralizzati continueranno a svolgere un ruolo fondamentale in questo ecosistema, fornendo la profondità di liquidità necessaria per far crescere la più ampia comunità di criptovalute.

I vantaggi del KYC degli scambi centralizzati per i propri utenti

I DEX tendono a non essere regolamentati e non richiedono ai propri utenti di sottoporsi alla verifica Know Your Customer. I DEX possono essere mercati peer-to-peer in esecuzione su una blockchain e gestiti da contratti intelligenti, ma molti credono erroneamente che i DEX non abbiano alcuna responsabilità.

Nel panorama attuale, sarà sempre più improbabile che i DEX evitino le normative o sfuggano al radar dei regolatori, soprattutto perché la protezione dei clienti assume maggiore importanza in questo spazio.

Gli scambi centralizzati sono avanti in questo senso, poiché sono già soggetti a normative e la maggior parte dispone di processi di verifica KYC. Il processo centralizzato di verifica del cambio, ad esempio, è una misura di conformità standardizzata per le leggi e i regolamenti KYC, antiriciclaggio e finanziamento del terrorismo. Queste pratiche di sicurezza scoraggiano le transazioni illegali e migliorano la sicurezza del portafoglio sulla piattaforma.

Fornire agli utenti un’esperienza di trading migliore e più veloce

Pur crescendo in popolarità, i DEX tendono ad avere un volume e una liquidità inferiori rispetto agli scambi centralizzati. Avere una liquidità sufficientemente profonda aiuta gli scambi centralizzati a contenere grandi oscillazioni di mercato e picchi di volatilità.

Una liquidità così profonda può essere trovata su scambi come Bitfinex, che ha la maggiore liquidità per Bitcoin (BTC) e Ether (ETH). La forza e la profondità della liquidità di Bitfinex erano più evidenti in un periodo di 24 ore il 12 e il 13 marzo quando il prezzo di Bitcoin è precipitato del 50%. È stato riferito che Bitfinex ha rappresentato la maggior parte del volume di scambi di scambio di alto livello su BTC / USD e BTC / Tether (USDT) mercati durante questo periodo.

Mentre i DEX offrono soluzioni non di custodia ed eseguono tutto sulla catena, il fatto che ogni singolo ordine e transazione sia resa pubblica sulla catena porta alla possibilità che gli operatori dei nodi blockchain abbiano il controllo degli scambi degli utenti. Ciò può ostacolare l’esperienza di trading individuale e la crescita della comunità crittografica.

Gli scambi centralizzati continueranno a guidare l’adozione delle criptovalute

I DEX hanno ancora spazio per crescere quando si tratta di scalabilità a causa della sua capacità limitata.

Alcuni dei blockchain più veloci affermano di elaborare fino a 50.000 transazioni al secondo. Tuttavia, questo potrebbe essere fuorviante, poiché questa metrica potrebbe non significare un throughput di 50.000 transazioni al secondo su ciascuna coppia o prodotto elencato. Se è elencato più di un prodotto, la capacità può scendere a 500 transazioni al secondo per prodotto.

Con più utenti che si riversano nei DEX, ciò potrebbe causare ritardi alla rete, aumentare la rete commissioni di transazione, come si vede su Ethereume ostacolano il ridimensionamento delle blockchain.

Nel frattempo, gli scambi centralizzati hanno dimostrato di essere infrastrutture scalabili e ad alte prestazioni e la loro connettività supporta una varietà di strategie, incluso il trading ad alta frequenza. Ciò consente agli scambi centralizzati di attrarre investitori professionali e investimenti istituzionali di cui l’industria crittografica ha bisogno per scalare e alla fine ottenere un’adozione di massa.

Relazionato: Gli investitori istituzionali stanno rivolgendo la loro attenzione alla finanza decentralizzata

In effetti, gli scambi centralizzati hanno persino preso una pagina dal libro dei DEX e offrendo funzionalità come soluzioni non custodite. Tali soluzioni ibride consentono agli scambi centralizzati di fornire un’esperienza ad alte prestazioni e i vantaggi dell’auto-custodia pur rimanendo conformi alle normative.

Man mano che i DEX trovano gradualmente il loro posto, è chiaro che gli scambi centralizzati continueranno a evolversi e svolgeranno un ruolo chiave nel guidare l’industria e la comunità delle criptovalute negli anni a venire.

Le opinioni, i pensieri e le opinioni qui espresse sono esclusivamente dell’autore e non riflettono o rappresentano necessariamente le opinioni e le opinioni di Cointelegraph.

Paolo Ardoino è entrato a far parte di Bitfinex all’inizio del 2015 e ora è il suo chief technology officer. Dopo la laurea presso l’Università di Informatica di Genova nel 2008, ha iniziato a lavorare come ricercatore per un progetto militare incentrato su reti ad alta disponibilità, autoripristinanti e crittografia. Interessato alla finanza, Paolo ha iniziato a sviluppare applicazioni relative al settore finanziario nel 2010 e ha fondato Fincluster alla fine del 2013.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here