Dopo aver chiuso i prelievi di asset digitali a metà ottobre, l’exchange di criptovalute con sede a Malta OKEx rimane ancora a denti stretti su un’indagine in corso non specificata. OKEx afferma che le chiacchiere sulla detenzione sono semplicemente voci, sebbene i clienti siano ancora lasciati senza accesso al ritiro sullo scambio, anche dopo tre settimane, senza sentire dettagli accettabili sulla scena.

“Le affermazioni secondo cui una parte interessata correlata a OKEx è in detenzione penale sono state confutate – possiamo confermare che si tratta di voci”, ha detto OKEx in un pubblico aggiornare oggi.

Cointelegraph ha contattato OKEx per ulteriori dettagli, ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione. Questo articolo verrà aggiornato di conseguenza in caso di risposta.

“Attualmente, la parte interessata, come previsto dalla legge, sta cooperando attivamente con un ufficio di pubblica sicurezza in un’indagine”, si legge nella dichiarazione, aggiungendo: “OKEx ha cercato supporto e guida legale e, attraverso questo parte interessata. ”

OKEx chiudi la porta sui prelievi di asset il 16 ottobre. Lo scambio detiene una serie di entità responsabili della gestione delle sue chiavi private di asset. Il giorno della sospensione del ritiro, lo scambio ha annunciato la collaborazione di uno di questi manager con le autorità nell’ambito di un’indagine. Non è chiaro se la “parte interessata” menzionata di recente sia o meno il detentore della chiave privata dalla dichiarazione del 16 ottobre.

Poco dopo la notizia della chiusura del ritiro in ottobre, rapporti emersi dicendo la polizia ha interrogato il fondatore di OKEx Star Xu nell’ambito di un’indagine alcuni giorni prima della sospensione del ritiro dello scambio.

L’ultimo aggiornamento di OKEx non è riuscito a fornire dettagli specifici sulla situazione, ma ha riaffermato il pubblico della sua attenzione alla conformità legale e ha notato che le risorse dei clienti sono attualmente sicure. “Non c’è stato alcun deflusso di risorse di qualsiasi forma da OKEx dalla sospensione dei prelievi il 16 ottobre”, afferma il comunicato:

“Allo stesso tempo, possiamo assicurare ai nostri utenti che il 100% dei loro fondi può essere ritirato dopo che i prelievi sono stati ripresi su OKEx. Attualmente, le nostre operazioni commerciali sono stabili e funzionano come al solito.”

L’interesse normativo per il settore è aumentato nel 2020, particolarmente evidente nel recente azione legale negli Stati Uniti contro lo scambio di derivati ​​crittografici BitMEX.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here