Ogni venerdì, Law Decoded fornisce analisi sulle storie critiche della settimana nel campo della politica, della regolamentazione e della legge.

Nota dell’editore

Per diverse settimane, negli Stati Uniti circolano voci secondo cui il Dipartimento del Tesoro sotto Steven Mnuchin sta pianificando una sorta di regolamentazione per vietare o limitare severamente i portafogli di criptovaluta auto-ospitati.

Il Tesoro non ha rilasciato dichiarazioni pubbliche a sostegno di queste voci, ma sono abbastanza persistenti e pervasive da meritare attenzione. Nel più ampio ciclo di notizie finanziarie, il Segretario Mnuchin è attualmente sottoposto a un controllo molto più approfondito per i suoi piani di restituire quasi mezzo trilione di dollari di fondi non spesi dalla legge CARES di marzo al Fondo generale entro la fine dell’anno, che l’amministrazione di Joe Biden avrebbe bisogno dell’approvazione del Congresso per accedere. Sta anche uscendo dalla porta, quindi a questo punto sta solo sistemando le sue carte.

La potenziale regolamentazione del Tesoro non è l’unica minaccia per le criptovalute all’orizzonte questa settimana, ma è una domanda interessante. Senza difese legali per l’auto-custodia e portafogli non ospitati dal Congresso, non c’è davvero nulla che impedisca a un ordine del Tesoro di avere valore legale, almeno per un po ‘di tempo. Io, per esempio, non ho fiducia nei mezzi tecnologici del Tesoro per imporre effettivamente qualsiasi blocco sui portafogli non ospitati. Tuttavia, se il dipartimento ha il diritto legale di citare in giudizio Coinbase, Kraken o Gemini per transazioni con portafogli non ospitati, non c’è dubbio che una tale mossa causerebbe il gelo dell’intero mercato.