La scorsa settimana gli investitori sono tornati alle azioni in crescita. Sopra Wall Street, il tecnico-pesante Nasdaq Composite (+1,85%) ha sovraperformato il Dow Jones Industrial Average orientato al valore (-0,80%). È stata una settimana solida anche per il Dollaro Americano, che dopo una persistente debolezza, è riuscita a registrare guadagni rispetto alla maggior parte dei suoi omologhi del G10.

Gli operatori potrebbero accettare ulteriormente le prospettive della Federal Reserve per l’economia, considerando transitorie le crescenti pressioni inflazionistiche a breve termine. Questo nonostante il ritmo più veloce di crescita dei prezzi al consumo di base in circa 30 anni. I rendimenti dei titoli di Stato sono in calo. Ancora, anti-fiat prezzi dell’oro sottoperformato, forse trainato dal posizionamento nella prossima settimana alla conclusione di venerdì.

Con questo in mente, mercoledì tutti gli occhi sono puntati sulla Fed. Il presidente Jerome Powell sarà quasi sicuramente interrogato sull’ultimo rapporto del CPI e su come potrebbe essere il percorso per il tapering delle politiche. La banca centrale rilascerà anche le aspettative aggiornate sui tassi di interesse. Con la volatilità in calo sui mercati finanziari, questo potrebbe essere un rischio per una ripresa dell’attività di mercato.

Oltre alla Fed, il Yen Giapponese e franco svizzero guarderanno rispettivamente la Banca del Giappone e la Banca nazionale svizzera. Per il Euro e Dollaro canadese, i dati sull’inflazione saranno osservati da vicino rispettivamente dalla Germania e dal Canada. Il Dollaro australiano potrebbe essere vulnerabile ai verbali delle riunioni della RBA se la banca centrale ribadisse la sua riluttanza ad aumentare i tassi fino a molto più lontano.

WTI prezzi del petrolio greggio si aggirano intorno ai massimi da ottobre 2018, chiudendo finora a un nuovo massimo per quest’anno. La merce potrebbe vedere volatilità se le tensioni tra Stati Uniti e Russia dovessero peggiorare, aumentando le prospettive di sanzioni più dure tra i due principali produttori di petrolio. Mercoledì Joe Biden incontrerà Vladimir Putin a Ginevra. Cos’altro c’è in serbo per i mercati?

Previsioni fondamentali:

Previsioni settimanali GBP/USD: ultima possibilità per la volatilità valutaria alla riunione del FOMC

GBP/USD continua a negoziare in intervalli mentre la volatilità diminuisce. Dati del Regno Unito per suonare in secondo piano FOMC.

Previsioni Euro: prospettive neutrali sui prezzi EUR/USD, sperando in una guida del FOMC

La scorsa settimana è stata dedicata all’attesa dei dati sull’inflazione USA e della BCE; la prossima settimana verrà spesa sperando in una guida della Federal Reserve sulla politica monetaria degli Stati Uniti – e EUR/USD è improbabile che si sposti lontano in entrambi i modi.

Prospettive per il dollaro australiano: divergenza AUD/USD con continui rischi di Wall Street

Il dollaro australiano potrebbe lottare nonostante l’ottimismo in corso da Wall Street, poiché i rendimenti obbligazionari in calo e le aspettative di inflazione si indeboliscono AUD/USDl’ appello. Focus sulla Federal Reserve successiva.

Bitcoin (BTC) aumenta la macinazione – Ethereum (ETH), Alt-Coins in modalità Wait-And-See

Bitcoin continua la sua lenta mossa verso l’alto mentre il resto del mercato sta guardando per vedere se la mossa ha le gambe

Le prospettive del prezzo dell’oro dipendono dal dot plot aggiornato dei tassi di interesse della Fed

È probabile che la decisione sui tassi della Federal Reserve influenzi il prezzo dell’oro poiché la banca centrale dovrebbe aggiornare il Sommario delle proiezioni economiche (SEP).

Previsioni sul peso messicano: le acque diventano più torbide per il dollaro, USD/MXN rimane vulnerabile

USD/MXN potrebbe scendere la prossima settimana se la Fed si attiene al copione accomodante e ribadisce che ora non è il momento di iniziare a parlare di ritiro dello stimolo nonostante l’aumento dell’inflazione.

Previsioni Dow Jones, Nasdaq 100, S&P 500 per la prossima settimana

Gli indici statunitensi attendono la riunione della Fed di giugno per fare chiarezza sulle proiezioni economiche, sullo stato dell’inflazione e sul probabile andamento della politica monetaria. Con molto in gioco, l’evento potrebbe far rivivere la volatilità.

Prospettive sul petrolio greggio: il rapporto IEA fa salire il prezzo alle stelle in vista dei colloqui USA-Iran

Un rapporto rialzista dell’Agenzia internazionale dell’energia (IEA) ha inviato il petrolio greggio sopra i 71,00 dollari al barile per la prima volta dal 2018. Stati Uniti e Iran riprenderanno i colloqui questo fine settimana. Sarà raggiunto un accordo?

Previsioni tecniche:

Previsioni sull’indice Nasdaq 100: guardare i massimi storici dopo la formazione del “doppio fondo”

L’indice Nasdaq 100 ha formato un modello grafico “Double Bottom”, che è comunemente visto come un segnale rialzista. L’indice sembra destinato a sfidare i suoi massimi storici con uno slancio al rialzo.

Previsioni settimanali per la sterlina britannica (GBP): GBP/USD, limiti dell’intervallo di test EUR/GBP

Sterlina inglese/Dollaro statunitense e EUR/GBP attenersi ai loro limiti ma prendere slancio per cercare di rompere i loro confini

US Dollar Outlook: DXY difende il supporto aperto 2021 – Livelli USD per FOMC

Il crollo del dollaro è stato fermato dal supporto annuale aperto per una quinta settimana con la ripresa dell’USD in primo piano verso il FOMC. I livelli tecnici che contano sul grafico DXY.

Previsioni tecniche USD/CAD: la rottura del range potrebbe portare a una grande compressione

USD / CAD è rimasto bloccato in un intervallo per un mese, ma venerdì ha iniziato a scoppiare; potenziale per una stretta.

Previsione del prezzo dell’oro: il breakout XAU/USD mantiene il CPI-FOMC sul ponte

I prezzi dell’oro hanno registrato un importante breakout il mese scorso e, finora, gli acquirenti hanno mantenuto la linea. Ma questa settimana è in programma una riunione della Fed davvero importante. I tori d’oro possono reggere?





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here