Ottobre è appena iniziato e l’azione dei prezzi nei mercati delle criptovalute è stata sia eccitante che preoccupante. Bitcoin (BTC) ha registrato un forte rifiuto di $ 10,9K e un rapido minimo di $ 10,2K nell’ultima settimana.

L’azione dei prezzi del whipsaw è stata la norma nelle ultime tre settimane ed è piuttosto raccapricciante per i tori e gli orsi. Indipendentemente dal motivo alla base di queste mosse, il recente flusso di notizie di eventi crittografici negativi ha chiaramente spaventato gli investitori.

Nelle ultime due settimane KuCoin è stato violato per $ 150 milioni, BitMEX è stato accusato di molteplici violazioni legali, John McAfee è stato arrestato, e il Il principale cane da guardia finanziario del Regno Unito ha deciso di vietare gli scambi di derivati ​​crittografici. Questo è stato sufficiente per rompere la correlazione in corso a 30 giorni con l’S & P 500 e segnala anche che il sentimento del mercato potrebbe essere cambiato.

Correlazione Bitcoin a 30 giorni con S&P 500

Correlazione di Bitcoin a 30 giorni con l’indice S&P 500. Fonte: TradingView

Il grafico sopra mostra quanto sia stata forte la correlazione S&P 500 con Bitcoin durante tutto l’anno.

Non ci sono state quasi settimane in cui l’azione dei prezzi è divergente tra i due mercati. Le poche eccezioni esistenti si sono verificate nella prima settimana di settembre e nel corso degli ultimi sei giorni.

Per capire ulteriormente se questa divergenza è causata dal crescente interesse per la criptovaluta o dalla sua mancanza, i trader dovrebbero controllare il volume scambiato.

Volume medio di 7 giorni BTC

Volume medio di 7 giorni BTC. Fonte: TradingView

Il volume è diminuito sulle principali borse, il che è difficile da inquadrare come positivo. Questa è una chiara prova dell’interesse degli investitori, almeno ai livelli attuali.

Non si dovrebbe concludere automaticamente che i trader siano ribassisti esclusivamente a causa delle metriche del volume. Affinché questa situazione si verifichi, sia gli acquirenti che i venditori devono essere riluttanti a negoziare alla fascia di prezzo corrente.

Il tasso di finanziamento mostra che i corti si sentono fiduciosi

L’eccessiva leva finanziaria da entrambe le parti si rifletterà nel tasso di finanziamento. Ciò accade a causa di ogni contratto futures perpetuo con commissioni di utilizzo del margine incorporate.

I tassi di finanziamento vengono generalmente modificati ogni 8 ore per garantire che non vi siano squilibri nel rischio di cambio e anche se l’interesse aperto sia degli acquirenti che dei venditori viene sempre eguagliato, la leva può variare.

Se gli acquirenti utilizzano più leva rispetto ai venditori, il tasso di finanziamento sarà positivo e gli acquirenti pagheranno. L’opposto si verifica quando i venditori di contratti futuri sono quelli che richiedono più margine.

Bitcoin perpetual swap tasso di finanziamento di 8 ore

Bitcoin perpetual swap tasso di finanziamento di 8 ore. Fonte: Skew

Dopo un breve picco all’inizio di settembre, il tasso di finanziamento è stato piatto o leggermente negativo. Un tasso negativo dello 0,05% su 8 ore equivale all’1% a settimana e, sebbene ragionevolmente alto, non abbastanza da spingere i trader a chiudere le loro posizioni.

Questo non si traduce necessariamente in investitori ribassisti, ma segnala che i venditori di contratti futures sono quelli che utilizzano più leva.

I migliori trader sono da neutrali a corti

I dati forniti dalla borsa evidenziano il posizionamento netto da lungo a corto dei trader. Analizzando la posizione di ogni cliente in loco, contratti perpetui e futures, è possibile ottenere una visione più chiara se i trader professionisti sono inclini al rialzo o al ribasso.

Detto questo, ci sono discrepanze occasionali nelle metodologie tra i diversi scambi, quindi gli spettatori dovrebbero monitorare i cambiamenti invece di cifre assolute.

Client OKEx Rapporto BTC lungo / breve

Client OKEx Rapporto BTC lungo / breve. Fonte: OKEx

Come mostra il grafico sopra, i trader OKEx sono stati short netti dal 14 settembre. Ciò è accaduto mentre BTC stava cercando di rompere la resistenza di $ 10.500. Supponendo che quei trader abbiano inserito posizioni corte vicino a quel livello, la perdita massima affrontata finora è stata del 7%.

Per valutare se si trattava di un movimento isolato o correlato allo scambio, dobbiamo confrontare i dati di altri scambi.

Rapporto BTC lungo / corto di Binance top trader

Rapporto BTC lungo / corto di Binance top trader. Fonte: Binance

Sebbene i migliori trader di Binance non siano entrati in una posizione corta netta, il 13 settembre erano long netti del 10% e da allora hanno mantenuto un livello simile.

Come accennato in precedenza, gli scambi hanno metodologie diverse per l’indice long-to-short ei clienti potrebbero detenere depositi BTC più ampi (o più piccoli) per vari motivi.

Sia i volumi poco brillanti che un tasso di finanziamento leggermente negativo indicano una mancanza di interesse tra gli acquirenti ai livelli attuali. Nel frattempo, i migliori trader e i dati sulla posizione netta mostrano il rapporto long-to-short più basso in 10 settimane.

Anche se questa posizione da neutrale a ribassista è stata mantenuta da metà settembre, la recente azione sui prezzi non è stata sufficiente a produrre scommesse rialziste.

È probabile che lo scenario attuale si risolva con una breve compressione una volta che BTC rompe gli 11.500 $, oppure potrebbe amplificare una flessione se gli orsi riuscissero a strappare il controllo del prezzo e dello slancio di Bitcoin.

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle di autore e non riflettono necessariamente le opinioni di Cointelegraph. Ogni mossa di investimento e trading comporta dei rischi. Dovresti condurre le tue ricerche quando prendi una decisione.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here