L’operatore dell’exchange di criptovalute BitMEX, 100x Group, ha assunto uno specialista esperto in Anti-Money Laundering (AML), Malcolm Wright, come suo chief compliance officer.

In un file annuncio il 12 ottobre, il 100x ha sottolineato il profilo di Wright come attuale presidente del Consiglio consultivo e del gruppo di lavoro antiriciclaggio presso Global Digital Finance e come oratore che copre argomenti chiave che includono la Task Force di azione finanziaria Raccomandazioni per i fornitori di servizi di risorse virtuali.

100X Group ha avuto la scorsa settimana ha rimescolato la sua leadership, rimuovendo i co-fondatori di BitMEX Arthur Hayes, Samuel Reed e Ben Delo dai ruoli esecutivi. Hayes, Reed e Delo sono stati tutti accusati in un’azione civile della Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti per aver gestito una piattaforma di trading non registrata negli Stati Uniti e aver violato le normative AML.

Il Dipartimento di giustizia ha, parallelamente, denunciati penali contro i co-fondatori, nonché il loro collega, Geoff Dwyer, che ha successivamente preso un congedo dal suo ruolo di responsabile dello sviluppo aziendale.

Senza riferimento esplicito alle recenti accuse, 100x Group ha dichiarato ufficialmente che “la nomina di Malcolm è una pietra miliare degna di nota per noi mentre ci avviciniamo al completamento del nostro programma di verifica degli utenti e miglioriamo ulteriormente la nostra funzione di conformità”.

Profilo LinkedIn di Wright indica ha trascorso quasi due anni e mezzo presso Global Finance, parallelamente ai suoi ruoli di membro del comitato consultivo per Commercial Passport KYC con sede a Londra e come membro associato presso il Royal United Services Institute, che contribuisce ai dibattiti politici sui crimini finanziari. È anche il fondatore dell’Advisory Financial Crime Compliance ed ex chief compliance officer presso Diginex ed EQUOS.

Il gruppo 100x deve affrontare una sfida impegnativa per riabilitare l’immagine dello scambio. I commentatori affermano che le accuse contro il team BitMEX hanno gettano la loro ombra sull’industria più ampia e potrebbe innescare un contraccolpo normativo contro lo spazio crittografico.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here