Secondo un ex alto funzionario, l’approccio cinese alla valuta digitale favorirà il suo sistema di vendita al dettaglio interno e impedirà la dollarizzazione dell’economia.

Zhou Xiaochuan, presidente della Chinese Finance Association ed ex governatore della Banca popolare cinese (PBoC), detto partecipanti a una conferenza dell’Eurasia Forum il 27 ottobre secondo cui l’attenzione della banca centrale nella creazione di una valuta digitale differiva notevolmente da quella dei paesi del Gruppo dei Sette: Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti

Secondo Xiaochuan, il G7 era principalmente preoccupato “delle sfide sollevate da Libra, Bitcoin e simili valute digitali crittografate”, mentre la banca centrale cinese si stava concentrando sull’utilizzo della sua valuta digitale per i pagamenti al dettaglio a livello mezzo di scambio comune nel paese.

“In Cina, abbiamo [been working] molto difficile spingere il DCEP – che è la valuta digitale – e il pagamento elettronico “, ha detto Xiaochuan. “Tuttavia, l’obiettivo e il punto principale del nostro concetto e del contenuto sono diversi dal principio G7.”

“Noi [need] per prevenire la dollarizzazione. Questo è uno dei principali punti di progettazione del DCEP cinese “.

I paesi che rappresentano le più grandi economie del mondo hanno espresso apertamente le loro preoccupazioni per il lancio del progetto Libra di Facebook, definendolo una minaccia al sistema finanziario globale. In una bozza di una dichiarazione rilasciata il 12 ottobre, i membri del G7 hanno detto che inizialmente l’avrebbero fatto opporsi a qualsiasi progetto di stablecoin globale senza un’adeguata supervisione normativa.

Secondo quanto riferito, i funzionari della banca centrale canadese hanno preparato il proprio CBDC se Libra dovesse essere bloccata dai regolatori. Oggi, il governatore della Bank of Canada Tiff Macklem dichiarato che le banche centrali avevano bisogno di una strategia “coordinata a livello globale” nello sviluppo di una valuta digitale per prevenire gli abusi da parte dei criminali.

La banca centrale cinese ha recentemente lanciato un file programma pilota per testare il suo yuan digitale donando 1,5 milioni di dollari a 47.500 persone nella città di Shenzhen. Sebbene la CBDC non sia stata ufficialmente rilasciata dalla Banca popolare cinese, di recente ha redatto una legge che fornisce un quadro normativo e legittimità alla valuta digitale. La legge è aperta alla consultazione pubblica fino al 23 novembre.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here