INX, una società di criptovaluta che detiene il prima offerta pubblica iniziale di token, o IPO, approvato dalla Securities and Exchange Commission, o SEC, ha scelto a fornitore di custodia di risorse digitali.

Secondo un 16 settembre annuncio, INX ha arruolato la startup israeliana di criptovalute GK8 per la custodia delle risorse digitali nel suo prossimo scambio di criptovalute.

INX twittato che la piattaforma utilizzerà la piattaforma end-to-end di GK8 per la gestione e la salvaguardia delle risorse digitali. La piattaforma include il “caveau con air gap brevettato di GK8 che può creare, firmare e inviare transazioni blockchain rimanendo al 100% offline”, ha osservato INX.

Con sede a Gibilterra, INX ha in programma di raccogliere 117 milioni di dollari dalla sua IPO in corso di security token rivolta sia agli investitori retail che a quelli istituzionali.

Dopo raccogliendo $ 7,5 milioni a partire dal 10 settembre, INX ha iniziato ad accettare criptovalute come Bitcoin (BTC), Etere (ETH) e USD Coin (USDC) il 14 settembre. Con i fondi raccolti, INX intende creare una piattaforma di asset digitali multiservizi e un fondo di riserva di cassa.

GK8 è stata fondata nel 2018 da Lior Lamesh e Shahar Shamai, esperti di sicurezza informatica che in precedenza hanno lavorato insieme in un’unità informatica israeliana classificata. La startup è detto gestire oltre 1 miliardo di dollari di risorse digitali per banche, borse e custodi globali. eToro, un gigante israeliano degli investimenti sociali, è diventato uno dei primi clienti dell’azienda nel 2019, ha detto Lamesh a Cointelegraph.

Il fornitore israeliano di criptovalute è noto per la sua posizione altamente provocatoria sull’industria dei portafogli crittografici. GK8 reclami per essere in grado di archiviare ed effettuare transazioni crittografiche senza alcuna connessione a Internet. Nel luglio 2020, GK8 ha pubblicato un articolo in cui si afferma che “nessun portafoglio freddo è davvero freddo se richiede una connessione Internet per eseguire una transazione blockchain”.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here