La fiorente industria blockchain di Singapore ha identificato il monitoraggio e la tracciabilità delle risorse come il caso di utilizzo principale per la tecnologia di registro distribuito, sottolineando la necessità di una migliore gestione della catena di approvvigionamento in un mondo post-pandemia.

I risultati sono stati presentato Lunedì nel “Report 2020 Singapore Blockchain Ecosystem Report” di PwC in collaborazione con OpenNodes, IBM, Ernst & Young e altri.

Il rapporto, che si basa su un sondaggio di luglio tra gli operatori del settore, “fornisce una panoramica qualitativa degli sviluppi e delle tendenze chiave nell’ecosistema blockchain di Singapore”.

Alla domanda sulle varie applicazioni della tecnologia blockchain, il 52% degli intervistati ha identificato il monitoraggio e la tracciabilità delle risorse, più di qualsiasi altro caso d’uso. Tra coloro che hanno effettuato questa selezione, il 52% ha anche identificato la finanza commerciale come un caso d’uso importante. Il 30% degli intervistati ha selezionato quattro o più applicazioni, un’indicazione che i casi d’uso della blockchain sono correlati.

I risultati del sondaggio indicano che il “potenziale della tecnologia blockchain sta nel modo in cui può trasformare i flussi di lavoro tradizionali in diversi settori e funzioni organizzative”.

Grafico per “Rapporto sull’ecosistema blockchain di Singapore 2020”

La tracciabilità della catena di fornitura viene abitualmente citata come uno dei principali casi d’uso della tecnologia blockchain in un’epoca di reti logistiche molto complesse e frammentate. Questo perché le catene di approvvigionamento “non sono più una catena lineare e sequenziale dalla materia prima al prodotto finale” ma un “ecosistema a più livelli di fornitori, partner e clienti”, secondo in OpenText.

In un rapporto logistico blockchain del 2018, la compagnia di spedizioni Maersk dice:

“Una semplice spedizione di merci refrigerate dall’Africa orientale all’Europa può passare attraverso quasi 30 persone e organizzazioni, con più di 200 diverse interazioni e comunicazioni tra queste parti”.

Quasi la metà degli intervistati di PwC ritiene che l’adozione della blockchain crescerà nei prossimi tre-cinque anni. È interessante notare che le società con sede a Singapore hanno maggiori probabilità di essere ottimiste sulle prospettive del settore in quel periodo.

L’abbraccio di Singapore alla blockchain rispecchia il suo atteggiamento positivo nei confronti delle tecnologie emergenti e il suo impegno di lunga data per l’innovazione. Come riportato in precedenza da Cointelegraph, Il governo di Singapore ha cercato di portare chiarezza normativa ai settori blockchain e criptovaluta – una mossa che potrebbe attrarre più aziende nella città-stato dell’isola.

Gli sviluppatori del Singapore Ecosystem Report non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.