Punti di discussione del dollaro neozelandese

NZD / USD fatica a prolungare l’avanzata dall’inizio della settimana poiché la fiducia dei consumatori in Nuova Zelanda si indebolisce per tre trimestri consecutivi, ma il calo dal massimo annuale (0,6789) Maggio finire per essere un esaurimento nell’azione dei prezzi rialzista piuttosto che un cambiamento di tendenza come l’inclinazione del sentimento di vendita al dettaglio persiste.

Prospettive NZD / USD: l’inclinazione del sentimento al dettaglio persiste prima del FOMC

NZD/Dollaro statunitense è scivolato al di sotto della soglia di 0,67000 poiché l’indagine sulla fiducia dei consumatori della Westpac si è ridotta a 95,1 da 97,2 nel secondo trimestre del 2020, segnando il valore più basso dal 2008, e il tasso di cambio potrebbe continuare a consolidarsi prima della decisione sul tasso di interesse della Federal Reserve il 16 settembre la banca centrale si prepara a rilasciare l’aggiornamento Riepilogo delle proiezioni economiche (SEP).

Resta da vedere se le nuove previsioni dei funzionari della Fed riveleranno qualcosa di nuovo come presidente Jerome Powell e Co. discutere un approccio basato sui risultati rispetto a una guida prospettica basata sul calendario per la politica monetaria, e più o meno lo stesso dalla riunione di giugno potrebbe trascinare su NZD / USD poiché la banca centrale sembra essere sulla buona strada per mantenere l’attuale posizione per tutto il resto dell’anno.

Tuttavia, le proiezioni per un tasso neutrale più basso dei Fed Funds potrebbero sostenere NZD / USD come Comitato federale del mercato aperto (FOMC) prevede di “Raggiungere un’inflazione media del 2% nel tempo” e le attuali tendenze del mercato potrebbero rimanere intatte prima delle elezioni statunitensi, come promette la banca centrale “Aumentare le sue disponibilità in titoli del Tesoro e titoli garantiti da ipoteca residenziali e commerciali di agenzie almeno al ritmo attuale.

Allo stesso tempo, il comportamento di sovraffollamento in NZD / USD sembra destinato a persistere anche se il Reserve Bank of New Zealand (RBNZ) prepara un “pacchetto di strumenti aggiuntivi di politica monetaria a sostegno dell’economia”Poiché le negoziazioni al dettaglio sono state short nette sulla coppia da metà giugno.

Il Rapporto sul sentimento del cliente IG Spettacoli Il 39,35% dei trader è long net NZD / USD, con il rapporto tra trader short e long a 1,54 a 1. Il numero di trader net-long è superiore del 39,27% rispetto a ieri e del 46,15% rispetto alla scorsa settimana, mentre il numero di trader net-short è superiore del 9,63% rispetto a ieri e del 10,48 % in meno rispetto alla scorsa settimana.

L’aumento della posizione netta lunga ha contribuito ad alleviare l’inclinazione del sentiment al dettaglio come unico 28,44% dei commercianti erano rete lunga NZD / USD la scorsa settimana, ma l’aumento dell’interesse short netto suggerisce che il comportamento di crowding persisterà anche se il Bilancio della Fed torna sopra i 7 trilioni di dollari in agosto.

Detto questo, la recente debolezza della coppia NZD / USD potrebbe rivelarsi un esaurimento nell’azione rialzista dei prezzi piuttosto che un cambiamento di tendenza mentre il tasso di cambio raggiunge il nuovo massimo annuale (0,6789) a settembre, e le attuali tendenze del mercato potrebbero mantenere a galla lo scambio in vista della prossima riunione della RBNZ del 22 settembre, poiché l’inclinazione del sentiment del commercio al dettaglio persiste.

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da David Song

Ulteriori informazioni sul rapporto sul sentiment del cliente IG

Iscriviti e unisciti a DailyFX Currency Strategist David Song LIVE per un’opportunità di discutere potenziali configurazioni commerciali.

Grafico giornaliero del tasso NZD / USD

Immagine del grafico giornaliero del tasso NZD / USD

Fonte: Vista commerciale

  • Tieni presente che la coppia NZD / USD ha superato il massimo di febbraio (0,6503) a giugno come il Indice di forza relativa (RSI) ha rotto sopra i 70 per la prima volta nel 2020, con il tasso di cambio che ha eliminato il Massimo di gennaio (0,6733) a settembre dopo la chiusura sopra il Fibonacci si sovrappone da circa 0,6710 (espansione del 61,8%) a 0,6740 (espansione del 23,6%).
  • Però, mancanza di slancio per rompere / chiudere al di sopra della regione 0,6790 (espansione del 50%) ha spinto NZD / USD verso la sovrapposizione di Fibonacci Da 0,6600 (espansione 38,2%) a 0,6630 (espansione 78,6%)e il tasso di cambio potrebbe continuare a consolidarsi nei prossimi giorni poiché fatica a risalire al di sopra dell’area 0,6710 (espansione 61,8%) a 0,6740 (espansione 23,6%).
  • Tuttavia, il il pullback dal massimo annuale (0,6789) potrebbe finire per essere un esaurimento dell’azione rialzista dei prezzi piuttosto che un cambiamento di tendenza mentre le attuali tendenze di mercato rimangono in atto, con un break / close sopra l’area da 0,6710 (espansione del 61,8%) a 0,6740 (espansione del 23,6%) 0,6790 (espansione del 50%) di nuovo sul radar.

Inizia tra:

In onda:

17 settembre

(16:09 GMT)

Partecipa al Day 3 del Summit DailyFX discutendo delle valute

DailyFX Education Summit: Negozia il tuo mercato – Giorno 3, Forex

Registrati al webinar

Iscriviti adesso

Il webinar è terminato

— Scritto da David Song, Currency Strategist

Seguimi su Twitter su @DavidJSong





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here