Il team legale di Reginald Fowler ha affermato che l’ex proprietario di minoranza dei Minnesota Vikings è aperto a una dichiarazione di colpevolezza riguardo al suo coinvolgimento nelle presunte pratiche di shadow banking di Crypto Capital, a condizione che la confisca non faccia parte dell’accordo.

L’azienda è un attore chiave nel caso giudiziario in corso per il fallimento di Bitfinex rivelare la perdita di 850 milioni di dollari nei fondi dei clienti. L’exchange afferma che i fondi sono stati depositati presso Crypto Capital prima di essere sequestrati dalle autorità governative in vari paesi.

Secondo Law360, gli avvocati di Fowler dichiarato che un patteggiamento di gennaio con il governo degli Stati Uniti “è saltato in aria” perché ha lasciato l’ex proprietario della squadra NFL alle prese con 371 milioni di dollari. Il team legale ha fatto i commenti durante una conferenza sullo stato del telefono tenutasi il 15 ottobre nel distretto meridionale di New York.

Le autorità hanno originariamente accusato Fowler di frode bancaria, trasferimenti di denaro illegali e cospirazione connessa alle presunte pratiche bancarie ombra di Crypto Capital nel 2019 e successivamente aggiunto un addebito per frode telefonica a febbraio.

Secondo quanto riferito, i 371 milioni di dollari richiesti come parte del patteggiamento si basano sui proventi generati dai presunti crimini di Fowler. Tuttavia, il suo team legale ha affermato che le azioni di Fowler non hanno generato perdite per nessuna vittima e le sue partecipazioni non sono soggette a confisca.

Il giudice federale incaricato della supervisione del caso, Andrew L. Carter Jr., ha dichiarato che Fowler poteva ancora accettare una dichiarazione di colpevolezza e successivamente contestare la confisca dei beni:

“Anche se il governo non estende alcuna offerta, il signor Fowler potrebbe far valere l’accusa, senza ammettere l’accusa di confisca, e potrebbe esserci un procedimento separato”.

Fowler è accusato di agire come un trasmettitore di denaro senza licenza e di mentire alle istituzioni finanziarie riguardo allo scopo dei suoi conti. Attraverso la società con sede a Panama Crypto Capital, presumibilmente ha fornito servizi bancari ombra a numerosi scambi di criptovaluta, inclusi Bitfinex, Binance e QuadrigaCX.

Fowler si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse. Altri collegati al caso includono il presidente di Crypto Capital, Ivan Manuel Molina Lee, che le autorità polacche hanno arrestato nel 2019 con l’accusa di riciclaggio di denaro e di legami con un cartello internazionale della droga. Lo stesso anno, negli Stati Uniti, le autorità hanno incriminato Oz Yosef, anche lui ex dirigente di Crypto Capital, per cospirazione per commettere frodi bancarie e cospirazione per gestire un servizio di trasferimento di denaro senza licenza.

Fowler è uscito con una cauzione di 5 milioni di dollari, che sembra essere il tasso corrente per presunti criminali crittografici. A meno che non accetti un patteggiamento, il suo processo inizierà nel gennaio 2021.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here