Sul mercato delle criptovalute esistono una serie di popolari stablecoin ancorate al dollaro USA. Esistono anche stablecoin basati sull’euro, ma sono notevolmente meno liquidi, secondo Zahreddine Touag, co-fondatore e responsabile del trading presso la società di market making Woorton con sede a Parigi.

“Non c’è nessuna stablecoin in euro che sia molto liquida”, ha detto Touag giovedì durante un panel della conferenza della Paris Blockchain Week, sottolineando più punti di logica. Il motivo più impattante: “È molto costoso creare uno stablecoin in euro”, ha osservato, aggiungendo:

“La principale fonte di entrate per le monete in dollari USA sono i tassi di interesse quando si sostituisce il dollaro USA perché si hanno tassi di interesse positivi sul dollaro USA, mentre in Europa quelli sono negativi o sono stati negativi per molto tempo”.

Tether (USDT) è stato un importante stablecoin nel mercato delle criptovalute da diversi anni, nonostante le polemiche. L’asset si classifica come la quarta criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato su CoinMarketCap, con a valutazione di quasi $ 20 miliardi al momento della pubblicazione. Altre opzioni includono USD Coin (USDC) e TrueUSD (TUSD), con capitalizzazioni di mercato rispettivamente di miliardi e centinaia di milioni.

Le poche stablecoin ancorate all’euro esistenti sono molto meno conosciute. CoinMarketCap include un asset digitale ancorato all’euro chiamato Stasis Euro (EURS), ma solo tiene una valutazione di circa $ 37 milioni.

“La seconda ragione è anche che fondamentalmente l’Europa è un attore molto piccolo in questo mercato”, ha detto Touag delle difficoltà delle stablecoin dell’euro. “La maggior parte dell’innovazione non è arrivata principalmente dall’Europa, ma abbiamo i grandi attori negli Stati Uniti e in Asia”, ha spiegato.

Touag ha affermato che Tether trasporta liquidità e utilizzo significativi rispetto all’asset USDC più recente e più piccolo. “Ecco perché anche noi di Woorton usiamo Tether, anche se preferiamo usare USDC perché il flusso c’è e ci sono i clienti e le controparti”.

Una nuova stablecoin in euro chiamata EURB si è recentemente unito allo spazio, ospitato sulla blockchain di Stellar, svelato da Bankhaus von der Heydt, o BVDH, un gigante bancario con sede in Europa.