È probabile che la continua transizione alla finanza digitale influisca su tutti i settori. Gli artigiani, o abili artigiani e donne, non fanno eccezione. Secondo Kristalina Georgieva, amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, o FMI, il denaro digitale per questi lavoratori qualificati dipende da una serie di fattori.

“Il futuro digitale dell’artigiano poggerà su quattro pilastri: innovazione del settore privato, coinvolgimento del settore pubblico, quadri normativi e legali e cooperazione internazionale”, Georgieva disse venerdì durante un segmento della conferenza BlockShow.

In che modo i pagamenti e le finanze online influiscono sui lavoratori qualificati? Le transazioni e le capacità digitali hanno il potenziale per accelerare il flusso di denaro. Se un commerciante subisce una perdita del lavoro, le autorità possono trasferire i fondi di disoccupazione in modo più efficiente, come notato da Georgieva in un esempio ipotetico. La finanza digitale consente inoltre l’accesso ad altri pagamenti e prestiti per tali lavoratori, anche oltre confine. “Non devi più essere grande per essere globale”, ha ipotizzato.

Il settore privato è stato particolarmente cruciale durante lo sviluppo dell’industria delle criptovalute. Come paesi corrono verso le proprie valute digitali della banca centrale, o CBDC, l’ufficio statunitense del controllore del capo della valuta, Brain Brooks, recentemente fatto luce sul settore privato e sul suo vasto sviluppo di stablecoin e sul loro successo.

“L’innovazione del settore privato ha servito bene a molte persone”, ha affermato Georgieva. “Il settore privato è in grado di valutare al meglio le esigenze delle persone e delle imprese, fornire la diversità dei prodotti e dei servizi che desiderano e assumersi i rischi necessari per l’innovazione”, ha aggiunto, sottolineando l’importanza della sicurezza degli utenti.

L’amministratore delegato dell’FMI guarda al settore pubblico “per fornire ID digitale verificabile, infrastrutture di comunicazione, denaro della banca centrale e altre necessità”. Durante un evento nel mese di ottobre, Bill Foster, un rappresentante degli Stati Uniti, ha menzionato il ruolo potenziale della blockchain in identificazione digitale verificabile – un punto di discussione nello spazio crittografico per anni.

Georgieva ha fatto riferimento al movimento CBDC, chiedendo “Verrà introdotta una versione digitale di banconote e monete? Molti paesi stanno considerando proprio questa possibilità “, ha detto, aggiungendo:

“Sebbene la forma della moneta della banca centrale possa cambiare, la sua funzione non dovrebbe. Dovrebbe ancora ancorare la stabilità di altre forme di denaro, consentendone l’evoluzione e la diversità “.

Georgieva ha inoltre approfondito l’importanza dei quadri normativi e della cooperazione internazionale. L’industria delle criptovalute continua a vedere l’impatto della regolamentazione (o la sua mancanza in alcuni casi) in prima persona, come le aree grigie legali si attenuano.