DeFi i progetti hanno dominato i titoli negli ultimi tempi e la partenza inaspettata di un fondatore di alto profilo ha avuto effetti a catena in tutti i mercati crittografici. Ecco le notizie principali della scorsa settimana:

L’impennata parabolica verso l’alto di SUSHI si è interrotta bruscamente quando la testa del progetto ha incassato tutte le sue chips all’inizio di questa settimana, e la conseguente svendita ha messo fuori combattimento il resto della DeFi, ETH e Bitcoin (BTC) dai loro trespoli, alcuni dei quali erano massimi per l’anno.

C’è, tuttavia, un lato positivo in questa nuvola.

Istantanea settimanale delle prestazioni del mercato delle criptovalute

Istantanea settimanale delle prestazioni del mercato delle criptovalute. Fonte: Coin360

Lo chef di SUSHI “lascia la cucina” ma il resto della criptovaluta può sopportare il caldo?

SushiSwap, un fork di Uniswap, ha migrato con successo la liquidità di Uniswap nel proprio protocollo. In SushiSwap c’erano circa $ 810 milioni di token, o il 55% della liquidità di Uniswap. Alla fine del processo, il valore in SushiSwap aveva raggiunto il massimo storico di circa $ 860 milioni, secondo DeBank.

Poco dopo il successo di SUSHI, lo straordinario fondatore anonimo “Chef Nomi” ritirato tutti i fondi dalle casse dell’azienda (per un valore di circa 27 milioni di dollari) poco dopo aver insistito sul fatto che il denaro era destinato allo sviluppo e non sarebbe stato sottratto alla società, e poi ha insistito con Cointelegraph che non ha tirato fuori una truffa di uscita. Questa mossa ha portato molti crypto comici su Twitter a sostenere che Nomi “ha lasciato la cucina”.

Com’era prevedibile, il token SUSHI è stato venduto quasi immediatamente perché le persone hanno perso fiducia nella fattibilità del progetto. Il selloff è stato così rapido che ha silurato l’intero settore delle criptovalute, portando giù il resto della DeFi e persino ETH e Bitcoin. A un certo punto, il La DeFi nel suo complesso è scesa di circa il 50% dai massimi precedenti.

Un certo numero di esperti sono stati piuttosto espliciti riguardo allo scoppio della bolla DeFi e l’hanno persino paragonata alla bolla ICO, dicendo che le persone non hanno imparato nulla da allora.

Mentre la “bolla”, così com’è, potrebbe alla fine scoppiare, sarebbe prematuro definirla la fine dell’era DeFi. Dopo tutto, artisti del calibro di Cardano (C’È) e anche Tezos (XTZ) un giorno potrebbe unirsi alla festa.

Una marea in aumento … alla fine si spegne

Bitcoin e altri token hanno sovraperformato per la maggior parte dell’anno fino a poco tempo fa, e la più grande criptovaluta sta cercando con cautela e costantemente di finire la settimana con una nota positiva.

Inoltre, ci sono una serie di aspetti positivi da prendere nonostante l’incertezza del mercato in seguito alla capitolazione di Chef Nomi, che non ha affatto aiutato il sentimento e ha causato una fuga di capitali su larga scala tra i timori di truffe di uscita.

BTC è sceso sotto i $ 10.000 dopo aver superato $ 12.400 la settimana prima e da allora è rimasto intorno a quel livello di supporto chiave. ETH ha avuto un andamento più duro, tuttavia, scendendo dal suo livello più alto dal 2018 ($ 485) solo una settimana fa a un minimo di $ 322 all’inizio della settimana prima di stabilirsi tra $ 360 e $ 370 negli ultimi giorni.

A partire da venerdì pomeriggio, ci sono indicazioni che il mercato stia costruendo solide basi prima di tentare di salire. La fuga di capitali dalla DeFi si è attenuata e anche lo scioglimento delle posizioni con leva finanziaria, come per l’appiattimento della curva dei futures, si è invertito.

Le voci sulla scomparsa di DeFi sono state notevolmente esagerate

La DeFi potrebbe essere in calo, ma difficilmente è uscita. Nuovo denaro continua a fluire nei protocolli esistenti e, senza dubbio, se ne stanno costruendo altri. Con loro arriverà il sostegno monetario e comunitario.

Valore totale DeFi bloccato (USD)

Valore totale DeFi bloccato (USD). Fonte: Defipulse

C’è anche un’altra enorme differenza rispetto al boom delle ICO del 2017: esiste un mercato secondario molto più consolidato. Negli ultimi due anni i mercati delle risorse digitali sono cresciuti a passi da gigante, in gran parte a causa della rapida maturazione dei progetti e delle persone dietro di essi.

Nel mondo DeFi, i trader possono guadagnare i cosiddetti token di governance in cambio della fornitura di liquidità per scambi decentralizzati e protocolli di prestito come Balancer e Compound. I token di governance possono essere utilizzati per votare i miglioramenti ai protocolli sottostanti.

Questo tipo di incentivazione non esisteva alcuni anni fa, quando le persone investivano denaro per vaporware su carta bianca e una preghiera. I tempi stanno cambiando e la DeFi potrebbe potenzialmente aprire la strada.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here