Prezzo FTSE, speranze sui vaccini, politica britannica e Brexit:

  • Una caduta nel FTSE 100 L’indice dei principali titoli quotati a Londra nelle prime negoziazioni di giovedì ha sollevato dubbi sul fatto che la rotazione globale dalle azioni momentum in azioni value, suggerita dalle speranze del vaccino contro il coronavirus, fosse solo una copertura breve che ora verrà invertita.
  • Se è così, ciò smorza le speranze che il progresso sarà sostenuto, in particolare perché i colloqui sulla Brexit sono in una fase cruciale, la politica del Regno Unito è una preoccupazione dopo le dimissioni di un consigliere senior del Primo Ministro e gli ultimi dati sul PIL non hanno previsto previsioni.

Le speranze del FTSE 100 svaniscono

Le speranze all’inizio di questa settimana che un vaccino contro il coronavirus solleverà l’economia globale dal suo crollo attuale, che ha spinto a spostarsi verso azioni value malconce che hanno sofferto maggiormente a causa della pandemia, hanno iniziato a dissiparsi – cattive notizie per il FTSE 100, che ha di più rispetto alla sua giusta quota di loro.

Le speranze del vaccino hanno portato a una rotazione in azioni value dai titoli momentum che hanno beneficiato della pandemia, come Netflix e Amazon. Tuttavia, se cresce la sensazione che la mossa sia stata semplicemente presa di profitto e che la tendenza principale al ribasso delle azioni sia ancora in atto, i guadagni di questa settimana potrebbero presto essere invertiti.

Grafico dei prezzi FTSE 100, periodo di un’ora (2-12 novembre 2020)

Grafico di IG (Puoi fare clic su di esso per un’immagine più grande)

Anche la politica del Regno Unito e la Brexit sono una preoccupazione

Inoltre, a smorzare le prospettive per le azioni britanniche, la notizia è emersa mercoledì alla fine delle dimissioni di un consiglio senior al primo ministro britannico Boris Johnson, suggerendo una lotta di potere nel suo ufficio – un altro potenziale negativo per le azioni.

Inoltre, I dati sul PIL del Regno Unito sono stati pubblicati giovedì all’iniziomancò l’aspettativa di consenso degli economisti, anche se il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey disse in seguito che i numeri erano in linea con dove la banca centrale pensava che sarebbero stati.

Per quanto riguarda la Brexit, il primo ministro irlandese Micheal Martin e il segretario per gli alloggi del Regno Unito Robert Jenrick hanno entrambi parlato delle loro posizioni sui colloqui commerciali UE-Regno Unito all’inizio di giovedì, senza ancora alcun segno di una svolta.

Guardiamo regolarmente le valute nei podcast di DailyFX Trading Global Markets Decoded che puoi trovare Qui su Apple o ovunque tu vada per i tuoi podcast

— Scritto da Martin Essex, Analyst

Non esitate a contattarmi su Twitter @MartinSEssex





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here