Negli ultimi dieci anni, si è parlato molto di Bitcoin (BTC) e il futuro delle criptovalute. Tuttavia, il 2020 è stato finora un anno determinante per il settore, poiché gli eventi attuali danno vita a ciò che era previsto in passato.

Il mondo delle criptovalute è stato storicamente esclusivo delle battaglie di Twitter e delle chat private su Telegram. Anche quando Bitcoin ha ricevuto il suo breve momento di fama sui media mainstream, le menzioni del token erano per lo più ignorando il suo potenziale, con alcuni personaggi di spicco che chiamavano l’intero settore una truffa che presto sarebbe scoppiata.

Tuttavia, la marea del rapporto turbolento tra istituzioni finanziarie tradizionali e criptovalute sta cambiando. Nel 2020, gli ex critici delle criptovalute come JP Morgan lo hanno fatto ha esteso i propri servizi bancari agli scambi di Bitcoin poiché le prestazioni impressionanti della criptovaluta predominante diventano innegabili.

Certo, le opinioni di influenti leader nel mondo della finanza hanno una certa influenza sulle tendenze del mercato. Nel 2020, tuttavia, sembra che il mondo delle criptovalute abbia sfidato la maggior parte dei suoi critici. Di seguito sono riportate le principali quotazioni del 2020 che hanno definito il trend dell’anno. Alcuni sono profetici, mentre altri evidenziano lo stato attuale di Bitcoin e delle criptovalute o esprimono opinioni su ciò che verrà dopo.

Crypto è meglio dei contanti?

Nel 2013 e 2014 Bill Gates, filantropo e co-fondatore di Microsoft, era citato dicendo che “Bitcoin è meglio della valuta in quanto non devi essere fisicamente nello stesso posto e, naturalmente, per transazioni di grandi dimensioni, la valuta può diventare piuttosto scomoda”.

Nel 2020, la rilevanza della dichiarazione di Gate è sempre più ingrandita poiché Bitcoin continua a svolgere un ruolo più importante nel futuro senza contanti del mondo. Certo, freddo, denaro contante è ancora il re, ma uno sguardo alle tendenze finanziarie globali rivela un cambiamento nelle maree. Secondo i rapporti, le transazioni in contanti nella maggior parte dei paesi stanno scomparendo, con pagamenti in contanti contabilità per il 20% di tutti i pagamenti della Svezia e il 14% per quelli della Corea del Sud. Inoltre, ci si aspetta che lo facciano i problemi di salute relativi a COVID-19 spingere il mondo più vicino a una società senza contanti.

Tuttavia, è anche evidente che la fine del denaro potrebbe avere un costo. Sebbene il denaro contante sia ingombrante e in qualche modo scomodo, offre il modo più semplice per effettuare transazioni in modo anonimo. Le alternative di pagamento digitale senza contanti, d’altra parte, richiedono un intermediario e non mantengono la privacy. Con più governi che spingono per un passaggio verso le valute digitali della banca centrale, Bitcoin e altre criptovalute stanno emergendo come la migliore alternativa privata centrica e resistente alla censura.

Le dichiarazioni di Bill Gates sul fatto che Bitcoin sia migliore del contante si vedono anche nella fornitura limitata di Bitcoin. A causa della pandemia di coronavirus, che ha colpito la maggior parte del mondo nel 2020, i governi di tutto il mondo si sono mossi per stampare più denaro per frenare la crisi economica. Nel frattempo, Bitcoin ha subito un evento deflazionistico a maggio. Il dimezzamento delle sue ricompense minerarie ha ridotto della metà l’offerta in arrivo della moneta. Con questo in mente, Robert Kiyosaki, un importante investitore e autore di Papà ricco, povero papà previsto che il prezzo di Bitcoin lo farà ha raggiunto un massimo di $ 75.000 nei prossimi tre anni.

Tutto sommato, gli eventi durante tutto l’anno hanno dimostrato che Bitcoin, altcoin e tecnologia blockchain sono, per lo meno, valide alternative ai contanti, in quanto possono consentire tempi di pagamento più rapidi con volumi di transazione più elevati e costi più bassi. Come Nasim Taleb, uno statistico ed ex analista del rischio, mettilo molte lune fa: “Bitcoin è l’inizio di qualcosa di grande: una valuta senza governo, qualcosa di necessario e imperativo.”

Ethereum sovraperforma Bitcoin

Nonostante la volatilità dei prezzi di Bitcoin nel 2020, sono stati realizzati guadagni significativi, considerando che il suo prezzo attuale si aggira intorno ai $ 18.000. Tuttavia, il successo di Bitcoin sembra scarso rispetto alle pietre miliari che Ethereum ha raggiunto nel 2020.

L’entusiasmo per l’evento di dimezzamento di Bitcoin ha attirato l’attenzione di molti nello spazio crittografico per la parte migliore dell’anno. È stato un momento decisivo nel 2020, poiché il prezzo del Bitcoin è storicamente noto per aumentare dopo un evento di dimezzamento. Tuttavia, quel discorso è stato presto interrotto da una nuova ondata di eccitazione intorno al settore in forte espansione della finanza decentralizzata.

“DeFi” è diventata la nuova parola d’ordine preferita dello spazio crittografico poiché gli sviluppatori hanno creato strumenti finanziari e istituzioni che funzionano in modo autonomo sui computer e sono liberamente accessibili a chiunque abbia uno smartphone.

Le startup DeFi come Compound consentono a chiunque di iniziare a guadagnare un interesse stimato di circa il 7% all’anno in meno di 30 minuti. Gli utenti su tali piattaforme DeFi possono prestare e prestare denaro utilizzando stablecoin senza passare attraverso le complicate procedure di verifica Know Your Customer comuni tra le istituzioni finanziarie tradizionali.

Il successo travolgente dei progetti DeFi ha visto la quantità di valore bloccato nelle applicazioni DeFi superare per la prima volta $ 1 miliardo nel 2020. Oggi, il valore totale bloccato nei progetti DeFi è al di sopra di $ 14 miliardi.

Anche l’exchange di criptovalute Coinbase ha iniettato $ 2 milioni di liquidità in un paio di progetti DeFi, osservando che la DeFi è “una parte essenziale di un sistema finanziario aperto. Gli strumenti DeFi sono resistenti alla censura, imparziali, programmabili e disponibili per chiunque abbia uno smartphone “.

Nonostante gli inconvenienti sperimentati dalla rete di Ethereum sotto forma di commissioni impennate derivanti da aumento della domanda di spazio su blocchi da parte delle app DeFi, la rete è comunque riuscita a ottenere importanti scoperte. In particolare, Ethereum è iniziato Fase 0 della sua transizione dal proof-of-work a un protocollo scalabile proof-of-stake.

Vari esperti di mercato essere d’accordo che Ethereum lo farà lanciare una sfida sul dominio nel settore cripto e blockchain. La realtà di Ethereum come forza emergente con cui fare i conti è stata catturata al meglio da Richard Branson, un imprenditore e proprietario dell’impero Virgin, che ha detto nel 2014 che, nonostante il dominio di Bitcoin, “potrebbero esserci altre valute come questa che potrebbero essere anche migliori. “

Imprese basate su blockchain

In una citazione, Eric Schmidt, ex CEO di Google, una volta ha detto: “La capacità di creare qualcosa che non è duplicabile nel mondo digitale ha un valore enorme” e che “molte persone costruiranno aziende su questo”. Finora, la realtà di questa citazione si è concretizzata nel 2020, con segnalazioni di un’impennata nell’adozione di soluzioni aziendali basate su blockchain e DLT.

Poiché la pandemia COVID-19 ha spinto più istituzioni e organizzazioni a cercare alternative al flusso di lavoro digitale, la digitalizzazione in tutto il mondo è stata particolarmente accelerata nel commercio internazionale e in altri settori ostacolati da flussi di lavoro cartacei intensi e inefficienti.

UN rapporto pubblicato da Trade Finance Global e World Trade Organization mostra un aumento del numero di progetti basati su DLT e blockchain con casi d’uso del mondo reale. Secondo il rapporto, la spinta verso soluzioni DLT e basate su blockchain è stata avviata al fine di ottenere una maggiore efficienza del flusso di lavoro, ridurre i costi di transazione e migliorare la collaborazione.

Gli sfortunati eventi del 2020 hanno messo in luce il potenziale della blockchain come tecnologia che facilita la collaborazione in un mondo digitale, automatizzando la fiducia e consentendo la scarsità digitale per la creazione di risorse digitali.

Valore crittografico perso a causa dei truffatori

Un altro di Richard Branson citazioni suona vero nel 2020: “Le persone hanno fatto fortune con Bitcoin, alcuni hanno perso denaro”. Quest’anno passerà alla storia come l’anno di una rinascita per truffatori e ladri nello spazio crittografico. Solo nei primi 10 mesi del 2020, criptovalute ha rubato oltre 1,8 miliardi di dollari. Una società di blockchain forensics ha riferito che il valore ha perso nel 2020 a causa di crimini crittografici è aumentato del 160%.

Nella maggior parte dei casi, i truffatori hanno approfittato del boom del settore DeFi, contribuendo a circa il 21% del valore totale di criptovaluta perso nel 2020.

Combinato con il mancanza di un’istruzione crittografica sufficiente tra le masse, schemi sempre più sofisticati e aggressivi di truffatori e ladri hanno reso facile la raccolta di un numero ancora maggiore di persone. Inoltre, il frenetica ricerca di profitti che ha avuto luogo durante il boom della DeFi ha fornito agli artisti della criptovaluta una capacità molto più ampia di portare via enormi somme di valore.

A luglio, gli account Twitter di personaggi pubblici di spicco come Elon Musk, Bill Gates e Jeff Bezos lo erano hackerato per promuovere una truffa in regalo Bitcoin. Altri truffatori Usato Streaming live di YouTube con video di individui privi di consenso come il co-fondatore di Apple Steve Wozniak per truffare le persone dal loro Bitcoin. Un rapporto di allerta balene stime che il mercato delle truffe è aumentato del 2.000% dal 2017.

La criptovaluta sovraperforma l’oro

Mike Novogratz, CEO e fondatore di Galaxy digital holdings, disse nel 2018 che crede che Bitcoin sia l’oro digitale, aggiungendo: “Ciò significa che è l’unica delle monete là fuori che diventa uno schema piramidale legale. Proprio come l’oro. “

Bitcoin è arrivato fino a sovraperformare l’oro nel 2020. I rendimenti da azioni, obbligazioni e materie prime auree globali sono su del 20%, mentre il Bloomberg Galaxy Crypto Index delle monete digitali è aumentato del 65%.

Sebbene una delle ragioni principali di questa impennata sia attribuita al boom della DeFi, gli analisti di mercato ritengono che anche i mercati delle criptovalute abbiano ottenuto buoni risultati grazie al rafforzamento della narrativa secondo cui Bitcoin può fungere da copertura in tempi di incertezza economica.

Mentre gli scettici ritengono che l’attuale ondata non sia altro che un’oscillazione selvaggia su una marea di liquidità DeFi, Tyler e Cameron Winklevoss, co-fondatori dello scambio di criptovalute Gemini, hanno raddoppiato sulla loro convinzione che Bitcoin è superiore all’oro. “La nostra tesi di base per Bitcoin è che è meglio dell’oro”, ha detto Tyler parlando al Financial Times nel 2016.

Anche se Bitcoin trae il suo valore imitando la naturale scarsità, durata e portabilità dell’oro, i fratelli gemelli ritengono che l’emergere della tecnologia di estrazione degli asteroidi potrebbe potenzialmente ridurre la scarsità di oro e diluire il suo valore a lungo termine. In tal caso, l’offerta limitata di Bitcoin porterà ad un aumento del suo valore rispetto all’oro. “I bitcoin sono come lingotti d’oro con le ali, ecco perché io e tanti altri consideriamo Bitcoin e la sua rete come oro 2.0”, ha aggiunto Tyler Winklevoss.

Una vittoria per il decentramento?

A quanto pare, il 2020 scenderà come l’anno che ha visto Bitcoin e l’industria delle criptovalute emergere dall’operare in corsie strane e oscure per diventare uno strumento finanziario mainstream a tutti gli effetti. Il disponibilità di Paypal e Microstrategy in diventare affiliato con crypto è una testimonianza di questo.

Secondo un articolo di Harvard Business Review, lo sconvolgimento sanitario globale del 2020 ha “rivelato i punti deboli della nostra incapacità di distribuire le risorse dove sono maggiormente necessarie” e che “le soluzioni blockchain sono state liberate per affrontare queste sfide”.

Anche prima della pandemia, il mondo si stava muovendo verso una struttura economica decentralizzata con un calo dello stigma legato al lavoro a distanza. Anche se ci sono limitazioni intrinseche allo stato attuale della tecnologia blockchain, lo sviluppo nello spazio DeFi e attorno a progetti come Ethereum stanno preparando sempre più il settore per un nuovo futuro finanziario.

Il creatore di Bitcoin Satoshi Nakamoto una volta ha evidenziato la superiorità del decentramento rispetto alla centralizzazione e come la banca centrale sia parte del problema: “Il problema principale con la valuta convenzionale è tutta la fiducia necessaria per farlo funzionare”. Ben detto, Satoshi.