Nel corso del 2020, più di una manciata di giganti finanziari tradizionali hanno raccolto pile di Bitcoin (BTC), inclusi artisti del calibro di miliardario Paul Tudor Jones e società di business intelligence MicroStrategy. Questi investimenti fanno parte di un flusso di grandi entrate di denaro in BTC, hanno affermato recentemente i co-fondatori dello scambio di criptovalute Gemini Tyler e Cameron Winklevoss.

“Questi sono gli investitori più sofisticati, le persone più intelligenti nella stanza, che acquistano il Bitcoin in silenzio, quindi non è un FOMO [fear of missing out] cosa “, Tyler disse in un’intervista alla CNBC, pubblicata venerdì. Le principali istituzioni sono qui per questo go-round, al contrario della corsa al dettaglio guidata da Bitcoin nel 2017, ha spiegato Tyler.

Nel corso di quest’anno, oltre a Tudor Jones e Microstrategy, Stanley Druckenmiller, Jack Dorsey’s Square, MassMutual e Guggenheim Partners hanno tutti ha acquisito esposizione a Bitcoin. I loro giochi crittografici sono in linea con un’atmosfera economica globale instabile pieno di sforzi per stampare denaro.

Il bitcoin viene spesso paragonato all’oro come a riserva di valore e copertura contro l’inflazione. Druckenmiller e Tudor Jones allinearsi con una tale narrativa.

Tyler Winklevoss ha aggiunto:

“Inoltre, ci sono società quotate in borsa come Square e MicroStrategy che mettono i loro contanti in Bitcoin perché sono preoccupate per l’inflazione in arrivo e il flagello dell’inflazione con tutta la stampa di denaro e lo stimolo dei blocchi della pandemia COVID.”

Alla domanda sulla volatilità di Bitcoin come risorsa per le transazioni, i fratelli hanno definito Bitcoin una strategia “compra e mantieni” comparativa all’oro. “Vediamo Bitcoin in questo momento come una riserva di valore emergente che interromperà l’oro e questo ci porta a una capitalizzazione di mercato di $ 9 trilioni per Bitcoin”, ha detto Tyler. “Quindi in realtà non deve essere utilizzato come valuta e la volatilità non ha importanza se si tratta effettivamente di una riserva di valore”, ha aggiunto. Il miliardario si aspetta anche un certo livello di volatilità in diminuzione per l’attività nel tempo.

Al momento della pubblicazione, la capitalizzazione di mercato di Bitcoin si attesta a circa $ 335 miliardi, ben lontana dai $ 9 trilioni, anche se l’asset recentemente ha rotto il suo prezzo più alto di tutti i tempi, ambientato nel 2017.