Per Aggiunte il 16 settembre all’elenco delle persone sanzionate, il Tesoro degli Stati Uniti sta prendendo di mira gli indirizzi di Monero.

I cittadini russi Dmitriy Karasavidi e Danil Potekhin sono diventati i nomi più recenti nell’elenco dei cittadini appositamente designati (SDN). Secondo il Tesoro annuncio sull’argomento, i due hanno progettato un’elaborata campagna di phishing rivolta ai cittadini statunitensi nel 2017 e nel 2018.

Entrambe le parti avevano una serie di indirizzi di criptovaluta tra cui Bitcoin ed Ether, oltre a ZCash e Litecoin. Sorprendentemente, le informazioni di Karasavidi includono un indirizzo Monero: 5be5543ff73456ab9f2d207887e2af87322c651ea1a873c5b25b7ffae456c320.

Sebbene il Tesoro abbia aggiornato le sue capacità crittografiche, tra cui prendendo di mira i portafogli crittografici di diversi cittadini russi presumibilmente coinvolti in interferenze elettorali e campagne di disinformazione sponsorizzate dal governo la scorsa settimana, questa è la prima volta che le sanzioni hanno individuato un indirizzo XMR.

L’indagine è il risultato di una collaborazione ormai familiare tra il Tesoro, il Dipartimento per la sicurezza interna e il Dipartimento di giustizia. È stata aperta una denuncia penale per accusare i presunti hacker. In merito all’annuncio, il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha dichiarato:

Il Dipartimento del Tesoro continuerà a utilizzare le nostre autorità per prendere di mira i criminali informatici e rimane impegnato nell’uso sicuro e protetto delle tecnologie emergenti nel settore finanziario.

Le aziende di crittoanalisi che stipulano contratti con il governo degli Stati Uniti come Ciphertrace lo sono state sviluppo impegnato Strumenti di tracciamento Monero. L’IRS ha annunciato una taglia per chiunque chi può “crackare” il famigerato token irrintracciabile.

La domanda rimane però: il Tesoro può effettivamente tracciare le transazioni di quel portafoglio?



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here