Ora che siamo alla fine del 2020, i grandi produttori di hardware stanno iniziando ad annunciare le loro ultime e più veloci offerte che verranno rilasciate prima delle festività natalizie. Nel frattempo, il mercato del mining di criptovalute continua a espandersi rapidamente contro ogni previsione. Ecco una panoramica di quali produttori offrono le migliori schede grafiche sul mercato e quali schede si adattano a specifici tipi di mining.

Bitcoin o Ether?

In termini di scelta di una criptovaluta da minare nel 2020, non ci sono stati cambiamenti significativi. Quest’anno, la maggior parte delle schede video continua a essere in grado di estrarre Ether (ETH) o le sue forcelle. Per quanto riguarda Bitcoin (BTC), il mining della prima criptovaluta al mondo ha smesso di essere disponibile alla gente comune alcuni anni fa, poiché richiede investimenti seri, attrezzature speciali e accesso a grandi quantità di elettricità a basso costo.

Questo è ancora più vero ora, poiché il mining di BTC sta portando a metà le entrate dopo che il dimezzamento della ricompensa è avvenuto a maggio. La difficoltà dell’estrazione continua ad aumentare e, a settembre, lo aggiornato a un massimo storico di 19,31 trilioni al blocco 649.152.

Di conseguenza, molti dispositivi popolari come l’Antminer S9 sono diventati obsoleti. Dopo il dimezzamento, i minatori più redditizi divenne il Whatsminer M30S ++ della società cinese MicroBT, che può fornire un tasso di hash fino a 112 terahash al secondo e portare poco più di $ 8,50 al giorno di profitto, e Antminer S19 Pro di Bitmain, che può raggiungere un tasso di hash di 110 TH / se vedere un profitto giornaliero di poco inferiore a $ 8,50. Ma i prezzi di questi minatori sono piuttosto alti: un Whatsminer M30S ++ costi $ 1.800 e Antminer S19 Pro entra a $ 2.407.

Quando si tratta di Ether e dei suoi fork, il mining di schede grafiche sta tornando a essere popolare per diversi motivi. Innanzitutto, negli ultimi due anni, il tasso di hash di Ethereum lo ha fatto diminuito del 15% (rispetto ad agosto 2018), ora a 256,221 TH / s. Ciò significa che Ether ora è più facile da estrarre.

In secondo luogo, i modelli di carte sia moderni che vecchi possono ancora essere utilizzati per il mining. Ad esempio, la Nvidia 1050 Ti, rilasciata nell’ottobre 2016 e la Radeon RX 580, rilasciata nell’aprile 2017, sono ancora molto popolari. I prezzi per queste vecchie carte diminuiscono costantemente man mano che escono carte più nuove, il che incoraggia i minatori a tornare sul mercato. Ma soprattutto, il prezzo di ETH è triplicato dall’inizio del 2020 all’inizio di settembre, rendendo Ether ancora molto redditizio per il mio.

C’è un altro fattore che attira l’interesse dei minatori: l’imminente transizione a Ethereum 2.0 e un algoritmo proof-of-stake, che dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno. Un portavoce di WhatToMine, un popolare calcolatore basato sul web per valutare la redditività delle criptovalute minerarie, ha detto a Cointelegraph che Ether continuerà ad essere richiesto, non solo quest’anno ma anche nel 2021:

“Da questo ciclo possiamo aspettarci un’ulteriore espansione dei progetti DeFi, che a sua volta renderà la rete ETH sempre più popolare. Di conseguenza, la ricompensa del blocco per ETH (la parte della commissione) dovrebbe aumentare in cicli con tendenza generale al rialzo, rendendo il mining di ETH il più redditizio per i miner GPU. “

Cosa comprare?

All’inizio dell’anno, Cointelegraph ha esaminato le schede grafiche dei due maggiori produttori, Nvidia e AMD, e le schede Nvidia sembravano avere il sopravvento nel mining. Tuttavia, tenendo conto del fatto che il mining di Ether ha guadagnato una seconda vita, le schede AMD non dovrebbero essere cancellate, poiché le generazioni Vega e RX dell’azienda sono ancora molto adatte per gli algoritmi Ethash.

Indipendentemente dal produttore, il fattore più importante è il ritorno sull’investimento, poiché qualsiasi minatore deve prima investire una discreta quantità di denaro prima di ottenere un profitto. Un rig standard richiede sei schede grafiche e, di conseguenza, un minatore può spendere oltre $ 9.000 se acquista la popolare Nvidia RTX 2080 Ti con 8 GB o 11 GB di memoria RAM. Ma che dire di coloro che non possono permettersi lo scaffale più alto ma vogliono comunque realizzare un profitto? Ecco le schede grafiche più popolari in questo momento per il mining di Ether che costano meno di $ 400.

Nvidia GTX 1660 Super

Questa carta è stata rilasciata nell’ottobre 2019, il che significa che la tecnologia è ancora fresca. La scheda grafica ha 6 GB di memoria e l’architettura Turing, che esegue più frequenza di clock, utilizza meno energia e offre prestazioni migliori del 20% rispetto alla GTX 1660. Il prezzo di questo modello intervalli da $ 240 a $ 250.

AMD Radeon RX 5700 e RX 5700 XT

Nell’estate 2019, AMD ha introdotto sul mercato una nuova linea di schede grafiche della serie RX 5700. Queste schede utilizzano la tecnologia del transistor ad effetto di campo fin, o FinFET, che si traduce in una migliore efficienza energetica durante l’estrazione a causa delle dimensioni ridotte dei componenti elettronici e del minor consumo di corrente.

Le specifiche del RX 5700 includono 8 GB di memoria GDDR6 e un consumo energetico di 180 watt. Il RX 5700 XT Ha un consumo energetico di 225 W, ma la frequenza di base è anche del 10% superiore rispetto al modello RX 5700. Queste carte sono leggermente più costose, costano circa $ 430, ma possono essere acquistate con uno sconto di circa $ 400.

Nvidia RTX 2060 Super

La scheda RTX 2060 Super potrebbe non essere una scelta ovvia, poiché oltre ad avere 8 GB di memoria, non è diversa dall’RTX 2060. Ma allo stesso tempo, utilizza cinque diversi algoritmi: GrinCuckarooD29, GrinCuckatoo31, DaggerHashimoto, X16Rv2 e BeamV2 – che lo rende più stabile, sicuro e adatto per il mining.

In realtà, questa è un’opzione intermedia tra RTX 2060 e RTX 2070, ma può esserlo trovato online per soli $ 399, mentre l’RTX 2070 lo farà costo circa $ 530 – e una differenza di $ 130 è un sacco di soldi in questo settore.

AMD Radeon RX 580

La RX 580 di AMD è stata rilasciata nel 2017 ed è ancora una delle migliori GPU a basso budget per il mining, con un prezzo che vanno tra circa $ 180 e $ 230. La scheda viene utilizzata principalmente per il mining di Ether e ha 8 GB di memoria, ma consuma poca potenza a soli 150 W. L’unico potenziale concorrente potrebbe essere la RX 570, ma quelle schede con solo 4 GB di memoria lo faranno Non più essere in grado di estrarre Ether nel 2021.

Nvidia P106-100

Nvidia ha una serie dedicata di schede grafiche per il crypto mining. La Nvidia P106-100 “mining edition” è basata sulla GPU Nvidia GP106 (Geforce GTX 1060), che è quasi la stessa di una normale Geforce GTX 1060 ma con alcune lievi modifiche. Il P106-100 non ha uscite video né pannello posteriore e la scheda è dotata di 6 GB di memoria.

La “mining edition” nel nome non significa che il nuovo prodotto sia migliore per il mining rispetto alla versione usuale, ma piuttosto che è progettato specificamente per i miner, poiché tutto ciò che era considerato non essenziale è stato rimosso, permettendogli di essere venduto per circa $ 320, un intero $ 170 più economico rispetto a un’unità GTX 1060.

Allora, qual è il migliore da acquistare?

Quanto tempo ci vorrà perché queste carte economiche recuperino il loro prezzo iniziale? Per fare un confronto, una delle schede più popolari per il mining oggi, la Nvidia RTX 2080 Ti, porta dentro circa $ 1,66 al giorno durante l’estrazione di Ether. Se acquistato per un prezzo medio di circa $ 1.400, questa scheda grafica impiegherà circa 28 mesi per ripagarsi, senza tener conto del costo dell’elettricità.

Quindi, ecco cosa dicono i calcoli: La Nvidia GTX 1660 Super, che può essere acquistata per $ 240, lo farebbe portare $ 0,65 al giorno e impiegano 12 mesi per ripagarsi. L’AMD Radeon RX 5700 XT costa $ 400 e avrebbe un tempo di recupero di 8,5 mesi portando in $ 1,56 al giorno.

La Nvidia RTX 2060 Super può essere acquistata per $ 399 e lo farà portare $ 0,92 al giorno durante l’estrazione di Ether. Questa carta ripagherà in 14 mesi. La Radeon RX 580 è una scheda molto popolare grazie al suo prezzo piuttosto basso di circa $ 200, e questa scheda recupererà in soli sette mesi, portando in quasi un dollaro ($ 0,96) al giorno. Creato appositamente per il mining, Nvidia P106-100 lo farà portare $ 0,85 al giorno e, al costo di $ 320, si ripagheranno in poco più di 12 mesi.

Tuttavia, questa non è una scienza esatta e ogni minatore dovrebbe tenere presente che gli algoritmi di qualsiasi criptovaluta diventano costantemente più complessi, il che rende più difficile il mio e più lungo recuperare il proprio investimento nelle proprie attrezzature minerarie.

Nuove carte adesso?

Data l’entusiasmo per la finanza decentralizzata, un boom delle criptovalute si profila ancora una volta all’orizzonte ei nuovi prodotti in arrivo potrebbero portarlo oltre. A settembre, Nvidia ha rilasciato il suo nuova generazione di schede grafiche GeForce RTX 3000, già con alcune persone detto che può produrre 81-89 MH / s durante l’estrazione di Ether. E il modello di classe superiore, la GeForce RTX 3090, dovrebbe dimostrare 120–122 Mh / s. In tal caso, Nvidia potrebbe dover affrontare una carenza di carte, poiché i minatori acquisteranno tutto, lasciando i giocatori senza nulla.

Ma AMD non è in ritardo e lo farà presente la sua linea Radeon RDNA 2 alla fine di ottobre, che competerà direttamente con la serie 3000 di Nvidia. L’emergere di nuove carte sarà di grande interesse per la comunità di crypto mining. Andrej Škraba, responsabile del marketing di NiceHash, una piattaforma di mining e trading di criptovalute, è fiducioso che le innovazioni tecnologiche di AMD e Nvidia porteranno una maggiore produttività:

“Nvidia ha appena lanciato la serie 3000, ma la disponibilità attuale è molto bassa. Le nuove schede RTX porteranno tassi di hash più elevati ei minatori aggiorneranno i loro 1060 usati e le vecchie schede AMD (480/580). Dobbiamo ancora aspettare l’annuncio di AMD per vedere cosa porteranno sul mercato “.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here