Nonostante BitcoinL’impennata per testare nuovamente i suoi massimi del 2017, una combinazione di basse transazioni on-chain e minore speculazione al dettaglio, ha visto le commissioni di transazione rimanere basse.

Le commissioni attuali di circa $ 3,50 per transazione sono in netto contrasto con tre anni fa, quando le commissioni sostenute per inviare qualsiasi importo di BTC sono aumentate brevemente sopra i $ 50. Ma i valori medi delle transazioni si stanno attualmente avvicinando a $ 200.000, suggerendo che l’attuale rally non è stato accompagnato dalla stessa frenesia del commercio al dettaglio che ha spinto i prezzi verso $ 20.000 nel 2017.

Il cofondatore di Ethereum Vitalik Buterin non crede che le attuali basse commissioni di Bitcoin dureranno. In un Twitter filo il Ethereum il co-fondatore ha suggerito che un inevitabile aumento delle commissioni di transazione spingerà fuori la maggior parte degli utenti:

“Perché le caratteristiche uniche di Bitcoin sono importanti dato che qualsiasi ampio scenario di adozione porterà a tariffe di base della catena che fissano il prezzo della maggior parte di quegli utenti e si sta dimostrando difficile estendere quelle funzionalità alle L2 destinate ad aggirare tali limitazioni?”

Tuttavia, i dati non suggeriscono che nell’attuale contesto siano probabili commissioni elevate. Per capire cosa sta succedendo in background, è importante osservare il numero di transazioni elaborate, il valore di queste transazioni e quanto BTC viene trattenuto a lungo termine.

Bitcoin’s pool di memoria, simile a una sala d’attesa per le transazioni, mostra il numero attuale di transazioni non confermate giornaliere a 38.900 – solo circa il 20% dei dati del 2017.

Conteggio transazioni Mempool. Fonte: Blockchain.com

Vale la pena notare che non solo il numero di transazioni è significativamente inferiore rispetto al precedente mercato rialzista, ma questa volta non c’è stato alcun aumento in risposta all’aumento dei prezzi. In effetti, la media mobile a sette giorni mostra un calo complessivo dall’inizio del 2019.

Transazioni confermate al giorno. Fonte: Blockchain.com

In ottobre il transazione Bitcoin media ha superato il massimo del 2017 di $ 150.000. Dieci giorni fa la media era superiore a $ 190.000, il che suggerisce che, sebbene il numero di transazioni sia diminuito, quelle che stanno ancora effettuando transazioni sono individui o organizzazioni più ricchi.

Anche gli utenti di Bitcoin stanno accumulando le loro monete piuttosto che effettuare transazioni con loro questa volta. Il numero di Bitcoin detenuti negli scambi è diminuito rapidamente. I dati della piattaforma di analisi Glassnode Studio mostrano che la variazione da inizio anno è diminuita del 18% a partire dal 21 novembre.

Chainalysis ha suggerito che il numero di Bitcoin disponibile per gli acquirenti potrebbe essere un minimo di 3,4 milioni con il resto dell’offerta detenuta da investitori a lungo termine.