Un’alleanza di aziende crittografiche sta introducendo crediti di carbonio tokenizzati per gli individui per compensare la quantità di anidride carbonica che contribuiscono.

Secondo un annuncio del 1 dicembre, la Universal Protocol Alliance, o UPA, ha lanciato un token di carbonio negoziabile su una blockchain pubblica. L’UPA ha affermato che gli utenti di criptovaluta possono “bruciare” il token Universal Carbon, UPCO2, per compensare la loro impronta di carbonio. Tuttavia, hanno anche la possibilità di scegliere di detenere i token o di scambiarli come qualsiasi altra risorsa digitale utilizzando Uphold, un importante portafoglio di criptovalute degli Stati Uniti e piattaforma di trading che è anche membro dell’UPA.

Un token UPCO2 rappresenta un progetto verificato nella foresta pluviale che riduce le sue emissioni di anidride carbonica di una tonnellata metrica all’anno. L’alleanza utilizza certificati digitali emessi da Verra, un’agenzia di standardizzazione internazionale che consente ai progetti certificati di trasformare le loro riduzioni di gas serra in crediti di carbonio negoziabili.

“I progetti che sosteniamo attraverso l’acquisto di crediti di carbonio prevengono la deforestazione in Amazzonia, bacino del Congo e Indonesia, nonché altre foreste pluviali minacciate”, ha affermato il presidente dell’UPA Matthew Le Merle. “In un momento chiave per il cambiamento climatico, UPCO2 consente alle persone di tutto il mondo di fare del bene per il pianeta e potenzialmente fare bene per se stesse”.

Secondo quanto riferito, i crediti di carbonio volontari che sostengono questi token di carbonio “dovrebbero alla fine ottenere lo stesso prezzo ovunque” poiché ciò che rappresentano – una tonnellata di carbonio all’anno – viene misurato allo stesso modo per qualsiasi azienda che cerchi di compensare la propria impronta di carbonio. Le “attività perenni, fungibili e denominate in dollari, riconosciute a livello mondiale” dovrebbero mantenere il loro valore di opzione fino a quando non vengono utilizzate. Le Merle ha detto:

“Combina una risorsa digitale con una compensazione del carbonio nella foresta pluviale e offri l’accesso a tutti nel mondo. Come potrebbe non essere una grande idea? “

Alcune aziende lo sono state sviluppo di crediti di carbonio tokenizzati e soluzioni blockchain per l’ambiente mentre si profila la minaccia del cambiamento climatico. Ad aprile, la Camera di commercio internazionale ha annunciato che avrebbe lavorato portare maggiore liquidità al mercato del carbonio attraverso l’uso della blockchain.

L’UPA è una coalizione di società di criptovaluta e blockchain che cerca di accelerare l’adozione della blockchain come tecnologia finanziaria mainstream. Comprende organizzazioni come Bittrex Global, Cred, Uphold, Ledger, CertiK e Infinigold.