EUR / CHF, Indice DAX 30, Angela Merkel, Vaccine, Coronavirus Restrictions – Spunti di discussione:

  • I mercati azionari asiatici hanno seguito le loro controparti statunitensi al ribasso durante gli scambi con l’APAC.
  • L’appiattimento della curva di infezione della Germania potrebbe sostenere i prezzi degli asset regionali.
  • EUR / CHF può spingere più in alto dopo aver infranto la resistenza a lungo termine.
  • DAX 30 indice che si avvicina al punto di flesso chiave dopo un aumento di oltre il 15% dal minimo mensile.

Riepilogo Asia-Pacifico

I mercati azionari dell’Asia-Pacifico hanno seguito le loro controparti statunitensi al ribasso poiché l’ottimismo sui vaccini è diminuito in mezzo a un’ondata record di casi di Covid-19 negli Stati Uniti.

L’Australia ASX 200 l’indice è scivolato dello 0,2% mentre quello del Giappone Nikkei 225 è sceso dello 0,74%. L’indice cinese CSI 300 è precipitato di oltre l’1,4% dopo che il presidente Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che vieta gli investimenti statunitensi in società cinesi legate all’esercito della nazione.

Il paradiso associato Dollaro Americano e Yen Giapponese ampiamente guadagnato terreno mentre il ciclico sensibile CAD, NZD e NOK hanno ampiamente sottoperformato. Prezzi dell’oro si è mosso marginalmente al rialzo poiché i rendimenti dei Treasury decennali statunitensi sono scesi al ribasso.

Guardando avanti, Euro-area il PIL del secondo trimestre potrebbe dimostrare che il mercato si muove insieme ai dati PPI statunitensi per il mese di ottobre.

Grafico di reazione del mercato creato utilizzando TradingView

L’aumento della coppia EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per DAX 30

L’EUR /CHF il tasso di cambio è stato spesso utilizzato come a proxy per la propensione al rischio e potrebbe suggerire ulteriori guadagni per i mercati azionari europei, dopo aver superato la resistenza al trend a lungo termine.

Gli indici azionari di riferimento sono aumentati vertiginosamente negli ultimi giorni, sulla scia dei progressi positivi del vaccino contro il coronavirus e delle aspettative di un approccio diplomatico alla politica estera sotto il presidente eletto Joe Biden.

È stato tuttavia notato in precedenti rapporti che gli investitori potrebbero essere sempre più avanti di se stessi dato il deterioramento delle condizioni di salute ed economiche in diverse nazioni europee.

In effetti, la realtà dell’aumento dei casi di Covid-19 e l’inasprimento delle restrizioni sembravano spegnere l’ottimismo sui vaccini, con il DAX 30 che è scivolato di oltre l’1,2% in meno durante la notte.

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

Grafico DAX 30, EUR / CHF creato utilizzando TradingView

Detto questo, un’estesa inversione di tendenza inferiore sembra relativamente improbabile. Dopotutto, il vaccino – sviluppato da Pfizer e BioNTech – si è dimostrato efficace al 90% negli studi clinici, molto superiore anche alle aspettative più ottimistiche per un vaccino di prima generazione.

È anche il primo a utilizzare la tecnologia dell’RNA messaggero, che consente di modificare il vaccino per mirare a diverse mutazioni del nuovo coronavirus.

Questi risultati promettenti fanno ben sperare per il tanto atteso rilascio dei risultati del vaccino di Moderna alla fine di questo mese, che utilizza la stessa tecnologia dell’mRNA.

Ovviamente, restano i tempi per la distribuzione di massa e le preoccupazioni per lo stoccaggio. Tuttavia, la potenziale fornitura di un vaccino più efficace di quanto originariamente previsto potrebbe lenire le preoccupazioni degli investitori e reindirizzare il capitale in attività associate al rischio.

Notizie di trading Forex: la strategia

Notizie di trading Forex: la strategia

Consigliato da Daniel Moss

Notizie di trading Forex: la strategia

Il rischio di limitazioni estese può alimentare l’avversione al rischio

Detto questo, la minaccia di restrizioni estese in Germania potrebbe ispirare la liquidazione di posizioni sensibili al rischio, come sottolinea il Cancelliere Angela Merkel che “stiamo facendo di tutto per fare progressi a dicembre, ma dobbiamo superare i difficili mesi invernali. “.

Lothat Wieler, capo dell’Istituto Robert Koch, ha anche avvertito i residenti di “essere preparati al peggioramento della situazione nelle prossime settimane”.

Ciò suggerisce che le autorità sanitarie locali devono ancora escludere la proroga del blocco nazionale di un mese imposto il 2 novembre.

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

Fonte: Worldometer

Tuttavia, la media mobile a 7 giorni che tiene traccia delle infezioni da Covid-19 si è notevolmente appiattita negli ultimi giorni, suggerendo che le restrizioni stanno iniziando ad avere un impatto.

Anche i dati ad alta frequenza si sono stabilizzati appena al di sotto della linea di base pre-coronavirus, riflettendo la natura più mirata delle misure attuali che consentono alla maggior parte dell’economia – al di fuori del settore dei servizi – di continuare a operare.

Pertanto, gli investitori dovrebbero continuare a monitorare gli sviluppi sanitari in corso, con un netto calo delle infezioni che probabilmente persuaderà la Merkel a rispettare la tempistica proposta e, a sua volta, a sostenere i prezzi delle attività regionali.

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

Fonte: dati sulla mobilità Apple

Grafico giornaliero EUR / CHF – Rompere sopra i suggerimenti di resistenza a lungo termine ai guadagni

Le prospettive tecniche per i tassi EUR / CHF sembrano sbilanciate verso l’alto dopo aver violato la resistenza del trend a lungo termine che si estende dal massimo del 2018 (1.2005).

Con il prezzo arroccato in modo costruttivo al di sopra della precedente resistenza trasformata in supporto e l’RSI che prevede una spinta in territorio ipercomprato, il percorso di minor resistenza sembra favorire il rialzo.

Una chiusura giornaliera sopra la chiusura del 27 luglio (1,0810) potrebbe neutralizzare la pressione di vendita e tracciare un percorso per sfidare il massimo di gennaio (1,0876). Spingere questo obiettivo probabilmente metterebbe a fuoco il massimo annuale (1,0915).

Al contrario, la rottura del supporto al minimo del 10 novembre (1,0773) potrebbe innescare un pullback verso la media mobile a 200 giorni che definisce il sentiment (1,0747).

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

Grafico giornaliero EUR / CHF creato utilizzando TradingView

Sentiment del trader EUR / CHF

I dati dei trader al dettaglio mostrano che il 48,16% dei trader è net-long con un rapporto tra trader short e long a 1,08 a 1. Il numero di trader net-long è invariato rispetto a ieri e il 31,77% in meno rispetto alla scorsa settimana, mentre il numero di trader net-short è superiore dell’11,90% rispetto a ieri e del 95,83% rispetto alla scorsa settimana.

Solitamente adottiamo una visione contrarian per affollare il sentiment, e il fatto che gli operatori siano short netti suggerisce che i prezzi EUR / CHF potrebbero continuare a salire.

I trader sono più corti rispetto a ieri e alla scorsa settimana, e la combinazione del sentiment attuale e dei cambiamenti recenti ci dà un più forte orientamento al trading contrarian rialzista dell’EUR / CHF.

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

Grafico giornaliero dei future sull’indice DAX 30 – Occhio al massimo di febbraio

L’indice di riferimento tedesco DAX 30 si sta avvicinando a un punto di svolta chiave dopo essere salito di oltre il 17% dal supporto chiave al massimo di aprile (11340).

Lo sviluppo dell’indicatore RSI e MACD suggerisce un aumento dello slancio rialzista, poiché entrambi gli oscillatori raggiungono i livelli più alti dall’inizio di settembre.

Una sfida del range di resistenza a 13350 – 13450 sembra probabile nei prossimi giorni se il prezzo riuscirà a mantenere una solida posizione sopra il livello psicologicamente imponente di 13000.

La rottura della resistenza porterebbe probabilmente in gioco il massimo di febbraio (13829), con una chiusura giornaliera superiore a esporre il livello di espansione di Fibonacci del 61,8% (14636).

In alternativa, l’incapacità di mantenere il supporto psicologico al di sopra potrebbe aprire la porta a un ritiro verso il 50-DMA (12732). Una rottura sotto fa presagire perdite più profonde e porta il range di supporto a 12200 – 12300 nel mirino.

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

Grafico giornaliero dei futures sull’indice DAX 30 creato utilizzando TradingView

DAX 30 Index Trader Sentiment

I dati dei trader al dettaglio mostrano che il 36,01% dei trader è net-long con un rapporto tra trader short e long a 1,78 a 1. Il numero di trader net-long è superiore del 23,57% rispetto a ieri e del 16,85% rispetto alla scorsa settimana, mentre il numero di trader net-short è inferiore del 15,18% rispetto a ieri e del 3,60% rispetto alla scorsa settimana.

Solitamente adottiamo una visione contrarian per affollare il sentiment, e il fatto che i trader siano net-short suggerisce DAX 30 i prezzi possono continuare a salire.

Il posizionamento è meno corto netto di ieri ma più corto netto della scorsa settimana. La combinazione del sentiment attuale e dei cambiamenti recenti ci offre un ulteriore misto DAX 30 pregiudizi commerciali.

La rottura dell'EUR / CHF suggerisce ulteriori guadagni per l'indice DAX 30 tedesco

– Scritto da Daniel Moss, analista per DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da Daniel Moss

Migliora il tuo trading con IG Client Sentiment Data





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here