Secondo un annuncio del 2 novembre dalla Reserve Bank of Australia, o RBA, l’istituto finanziario lo sarà partnership con la Commonwealth Bank, la National Australia Bank, la società di servizi finanziari Perpetual e la società di software ConsenSys su un progetto per esplorare il potenziale utilizzo di una valuta digitale della banca centrale all’ingrosso nel paese utilizzando la “tecnologia di registro distribuito basata su Ethereum”.

La RBA ha dichiarato che avrebbe ricercato lo sviluppo di una prova di concetto per “l’emissione di una forma tokenizzata di CBDC”. Ha menzionato specificamente i partecipanti al mercato all’ingrosso che potenzialmente utilizzano la valuta digitale per prestiti sindacati tokenizzati su una piattaforma DLT ed esplorano le implicazioni degli accordi di sicurezza di consegna contro pagamento con swap atomici cross-chain.

“Con questo progetto miriamo a esplorare le implicazioni di un CBDC per l’efficienza, la gestione del rischio e l’innovazione nelle transazioni del mercato finanziario all’ingrosso”, ha dichiarato Michele Bullock, vicegovernatore della Reserve Bank of Australia.

“Sebbene il caso per l’uso di un CBDC in questi mercati rimanga una questione aperta, siamo lieti di collaborare con i partner del settore per esplorare se esiste un ruolo futuro per un CBDC all’ingrosso nel sistema di pagamenti australiano”, ha aggiunto.

La mossa fa parte di un continuo ribaltamento per la RBA quando si tratta di politica CBDC. Il 14 ottobre, il capo della politica dei pagamenti della RBA ha dichiarato che il banca continuerà a ricercare CBDC nonostante l’istituto finanziario affermasse che c’era non un caso politico forte per l’emissione di uno a settembre.

In alternativa all’emissione di un CBDC, la banca ha sottolineato il successo della nuova piattaforma di pagamento efficiente e in tempo reale del paese e ha dichiarato di essere disposta a fornire accesso alle banconote fiat “per tutto il tempo che gli australiani desiderano continuare a utilizzarle”.

La banca centrale ha affermato che il progetto sarà completato entro la fine dell’anno e pubblicherà un rapporto nel 2021.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here